GALATINA – A Locorotondo Serri illude i biancostellati, poi si scatena Marini

Foto: @Sudest Fc Locotorondo

Fonte: Roberto Pirolo - Ufficio Stampa Sudest |

Un pomeriggio indimenticabile (ultimo stagionale) al Viale Olimpia di Locorotondo. La sfida salvezza col Galatina s’infiamma nella ripresa. I salentini passano quasi inaspettatamente, sfiorano il bis ma alla mezz’ora ci pensa Mauro Marini a ribaltare il risultato con due punizioni fantascientifiche che spediscono per la prima volta, i blaugrana, fuori dalla griglia play out (anche nel caso di due retrocessioni dalla serie D). Una vittoria frutto del sacrificio e del lavoro di tutto l’entourage Sudest. Dal baratro ad una salvezza che ora può essere messa definitivamente in cassaforte a Molfetta. Una risalita gloriosa conquistata sul campo con fatica, abnegazione e spirito di gruppo.

Contro la Pro Italia, D’Ermilio recupera Blonda, Marini e Sgaramella. Non ce la fa Fumarola per problemi al ginocchio, Fiume è squalificato, Rotolo non al top si accomoda in panchina. Indisponibile Pinto. Mister Levanto deve far a meno di due pedine fondamentali come De Razza e Burdo a centrocampo. Masi e De Ronzi agiscono nella zona nevralgica supportati sulle corsie da Serri e Alemanni. Volpe e Giacco giostrano in attacco.

PRIMO TEMPO SOPORIFERO – La prima frazione è contratta, tuttavia la Sudest Locorotondo esercita un maggior predominio territoriale con svariati calci d’angolo. I traversoni di Beltrame e De Palma non impensieriscono più di tanto Leopizzi. Giacco prova ad eludere il fuorigioco ma l’intervento di Donatelli in uscita bassa è tempestivo. L’unica chance è l’inzuccata di Camassa sugli sviluppi di un angolo ma l’estremo biancostellato smanaccia in angolo. Salvati ben imbeccato da Beltrame gira subito in area di rigore ma Sozzo spazza senza indugi.

SBLOCCA SERRI, MARINI INCANTA – La ripresa è tutt’altra musica. Pronti via e Serri sblocca il parziale. Indecisione nella retroguardia locale in cui l’esterno ospite s’inserisce al meglio e insacca a porta sguarnita nonostante un tentativo disperato di salvataggio da parte di Camassa. La rete scuote i blaugrana che però prestano il fianco alle rapide ripartenze di un Galatina rigenerato. La punizione defilata di Giacco è respinta di pugni da Donatelli, poi al 16′ è miracoloso l’intervento in tackle di De Palma che disarciona Giacco pronto a calciare a rete a pochi dall’estremo di casa. Volpe di piatto scalda i riflessi di Donatelli, Faliero alleggerisce la pressione con un traversone che rischia d’ingannare Leopizzi fuori dai pali. La risposta salentina è una botta di Alemanni che sibila il palo. Poi però la Sudest Locorotondo riprende in mano le sue sorti e ridisegna un finale incredibile grazie ad un monumentale Mauro Marini. Il centrocampista nel giro di 5′ prima inganna Leopizzi sul suo palo con una punizione di piatto destro poi lo fulmina con una sassata telecomandata sotto l’incrocio. Al Viale Olimpia è apoteosi totale. Nel finale elettrizzante, Faliero sfiora il tris con una bordata mentre Donatelli deve ricorrere ai ripari con un’uscita disperata su Giacco. Al triplice fischio, la sensazione è di aver fatto un passo fondamentale verso quell’obiettivo che a dicembre sembrava del tutto compromesso. La rinascita non è frutto di casualità ma di organizzazione e programmazione anche nei momenti di estrema difficoltà.

A MOLFETTA PER CENTRARE LA SALVEZZA DIRETTA – Per concludere quest’impresa occorre però far bottino pieno a Molfetta contro una Libertas senza pretese. Serviranno gli ultimi 90′ di fuoco per suggellare un traguardo costruito con tanto sacrificio e passione.


TABELLINI

SUDEST LOCOROTONDO – PRO ITALIA GALATINA 2-1

SUDEST LOCOROTONDO (3-5-2): Donatelli, Chimenti, Mignone (13′ st Pastano), Blonda, Camassa, De Palma, Beltrame (38′ st Sgaramella), Faliero, Salvati, Marini, Longo (38′ st Catalano). A disp.: Cofano, Rotolo, Soleti, Vinci. All.: Roberto D’Ermilio

PRO ITALIA GALATINA (4-4-2): Leopizzi, Febbraro, Sozzo, De Ronzi, Buono (20′ st Ronzino), Pasca, Serri, Masi, Giacco, Volpe (36′ st Piumetto), Alemanni. A disp.: Pinto, Potenza, Signore, Sterlicchio, Capasa. All.: Dario Levanto

ARBITRO: Palmisano di Taranto coadiuvato da Talucci di Taranto e De Palma di Molfetta

MARCATORI: 4′ st Serri (PG), 31′ st, 35′ st Marini (SL)

NOTE: giornata primaverile, campo di gioco in erba naturale. Spettatori: 140 circa di cui 70 ospiti. Ammoniti: De Palma (SL), Faliero (SL), Sgaramella (SL); Sozzo (PG). Recupero: 1′ pt, 4′ st.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati

Lascia un commento