Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

[ESCLUSIVA SS] GALLIPOLI – Negro: “Studio da attaccante e sogno, prima della fine, una curva piena…”

(di Davide BOELLIS) Esplosivo e brevilineo ma forse un po’ troppo discontinuo fin qui, probabilmente anche per via della giovane età: tutto questo è Mattia Negro, esterno offensivo del Gallipoli di Calabro che, dopo un grande inizio di stagione, ha in seguito collezionato prestazioni un po’ altalenanti.

Nonostante l’amaro in bocca per il risultato, la trasferta di Corato porta in dote un punticino che per ora vi mantiene in zona play off, ad inizio stagione pensavate di poter essere lì a lottare con le big? “A dire il vero il nostro obbiettivo ad inizio stagione era tutt’altro e quindi almeno io, personalmente, non pensavo di arrivare a questo punto della stagione a lottare per le zone alte della classifica; c’è da dire che guardando indietro c’è anche un po’ di rammarico per qualche punto perso, come avvenuto domenica contro il Corato gara in cui forse potevamo anche conquistare i tre punti “.

In queste ultime gare le occasioni non stanno mancando ma la squadra sta faticando a trovare la via del gol, quanto stai accusando tutto ciò? “Come tutti ben sappiamo il gol per l’attaccante è come l’ossigeno e senza dubbio una delle cose più belle che esistano; purtroppo in questo periodo sto soffrendo un po’ l’assenza del gol anche perché la fortuna non é certamente dalla mia. Sia a Corato, sia nel match interno con il Galatina, l’occasione c’è stata ma per demeriti miei e per meriti degli avversari il gol non è arrivato”.

In questa tua prima esperienza tra i grandi, mister Calabro sta decidendo di schierarti anche come prima punta, come stai interpretando questo nuovo ruolo? “Quello di punta centrale è un ruolo completamente nuovo per me, ma con il mister ci stiamo lavorando affinché io assimili tutti i movimenti che occorrono, anche se ogni settimana cerchiamo di lavorare su schemi e movimenti diversi. Quello di giocare in un ruolo non mio è qualcosa che mi stimola a dare ancora di più”.

In vista di questo doppio impegno casalingo mister Calabro ha chiamato a raccolta i tifosi, che messaggio ti senti di lanciare prima di queste due gare? “Credo che fino ad ora i tifosi non ci abbiano mai fatto mancare il loro sostegno, sia in casa che in trasferta, quindi a loro personalmente chiedo di continuare a starci vicino come hanno sempre fatto con la speranza di poter ricambiare quello che loro fanno per noi ogni domenica. Magari prima della fine spero di riuscire a vedere la curva piena”.