Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

CRONACA – Esplosione in sala giochi, Martimucci non ce l’ha fatta

Ha lottato anche su un letto d’ospedale, per circa cinque lunghissimi mesi, ma è stato tutto vano. Domenico Martimucci, 27 anni, ex calciatore di Altamura, Gravina e, da ultimo, Castellaneta, è morto ieri in seguito alle ferite riportate in un’esplosione avvenuta ad Altamura in una sala giochi nei primi giorni di marzo scorso.

“Domy” Martimucci, detto “Zidane”, è stato colui che, degli otto feriti, ha riportato i danni più gravi. Gli attentatori furono individuati a arrestati ma lo sventurato calciatore entrò, da subito, in coma farmacologico presso il Policlinico di Bari e lì vi è rimasto sino a qualche giorno fa, quando i familiari hanno tentato la mossa disperata di trasferirlo in una clinica specializzata a Innsbruck, in Austria, ma la scelta, purtroppo, non ha dato i suoi frutti.

Alla famiglia di Domenico, ai suoi parenti, amici e, in particolare, al Castellaneta calcio, porgiamo sentite condoglianze.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment