CASARANO vs OSTUNI – Marinelli e Leopizzi archiviano i brindisini. Rossazzurri a un passo dalla vetta

Continua spedita la rincorsa alla vetta del Casarano. Questa volta a farne le spese è l’Ostuni di mister Bruni che esce dalle mura del “Capozza” sconfitto per 1-0, grazie alla rete del solito Rodrigo Marinelli. Come ormai da consuetudine, i rossazzurri conquistano bottino pieno a termine una gara combattuta e sofferta, anche per merito di un’ottima prestazione della compagine brindisina.

La gara si apre nel segno degli ospiti, pericolosi già al 7’ con un calcio di punizione velenoso di Turitto che fa la barba al palo. Pur non creando ulteriori occasione degne di nota, nei primi minuti è l’Ostuni a macinare gioco, mostrandosi aggressivo e voglioso. Il Casarano appare quasi spaesato e si va vedere dalle parti di Musacco solo al 21’, con una bella punizione di Regner che però trova la pronta risposta dell’estremo difensore. Mister Longo decide di scuotere i suoi, ponendo qualche cambiamento tattico. I risultato si vede al 39’ quando un ispirato Regner serve un filtrante illuminante a Marinelli. Il numero 11 casaranese sfodera un diagonale eccezionale, che si insacca sotto l’angolo alla sinistra di Musacco. Solo qualche minuto dopo Casarano ancora pericoloso sull’asse Regner-Marinelli, con il primo che crossa dalla destra e il secondo che sfiora la sfera con un colpo di testa in tuffo. La prima frazione si chiude così, con i rossazzurri galvanizzati dal vantaggio.

Il secondo tempo si apre con gli stessi 11 in campo. Al 10’ Ruggiero serve con un colpo sotto Marinelli che a pochi passi dalla porta si fa murare da un intervento strepitoso di Musacco. Al 16’ l’episodio che avrebbe potuto cambiare la partita. Volpicelli sfodera un grande slalom in area e, d’esperienza, cerca il contatto con Mirabet. Il direttore di gara si fa convincere, decretando un calcio di rigore quantomeno generoso. Dal dischetto si presenta lo stesso attaccante brindisino che però fallisce il penalty, trovando un grande guizzo di un Leopizzi sino ad allora inoperoso. Al 30’ Ciaramitaro, su calcio di punizione da posizione defilata, traccia una parabola beffarda che si stampa sul secondo palo. Turitto si avventa sul pallone vagante e calcia a botta sicura, ma Mignaco fa scudo con il corpo. Al 33’ i rossazzurri si proiettano in attacco con una veloce ripartenza: Marinelli serve Impallari che controlla e prova il tiro a giro, ma il pallone esce di poco a lato. Negli ultimi minuti l’Ostuni si porta in avanti con la forza della disperazione, attaccando a testa bassa. Al 41’ Volpicelli conclude per due volte, trovando sempre l’opposizione di un solido Mignaco. Al 48’ Turitto trova la rete del pareggio dopo un’azione confusa, ma il gioco era già fermo per una posizione irregolare di un suo compagno. Dopo quattro minuti di recupero, il signor Lopriore chiude le ostilità tra le due squadre, con gli ospiti indispettiti per l’ultima decisione arbitrale apparsa, comunque, corretta.

Un Ostuni in piena emergenza, con tante assenze a centrocampo, esce comunque a testa alta dal confronto con il più quotato Casarano, confermando il proprio valore. Il prossimo appuntamento vedrà la compagine di Bruni affrontare un’altra trasferta, in quel di Andria. Per i rossazzurri, invece, si prospetta una settimana cruciale. Giovedì, infatti, Leopizzi e soci saranno impegnati nella gara di andata della semifinale di Coppa Italia con la Virtus Francavilla (che si disputerà sul manto dello stadio Comunale di Taurisano) e domenica affronteranno la capolista Gallipoli, per uno scontro ad alta quota.

Tropical Store

Articoli Correlati