ECCELLENZA – Casarano vs Brindisi, sfida a suon di gol. Playoff, il Gallipoli c’è. È ancora Caroppo-show: il punto dopo la 15ª

I rossazzurri girano la boa del torneo con sei punti di distacco dal Brindisi. In due hanno segnato 13 delle 30 reti della quindicesima giornata

iurato-marco-gallipoli gol vs corato 161218 ss coribello

Foto: Iurato del Gallipoli esulta dopo il gol al Corato (©SalentoSport/M. Coribello)

Che il titolo di campione d’inverno fosse di esclusiva competenza del Casarano, se non altro per una questione algebrica, era del tutto chiaro. Restava solo da capire con quanti punti di vantaggio sulla seconda i rossazzurri sarebbero arrivati al giro di boa. Nella quindicesima giornata, ultima del girone d’andata, le Serpi dilagano per 7-0 sul campo del baby Avetrana e approfittano del pareggio del Barletta, stoppato in casa del Vieste, per andarsene in fuga a +6. Un tesoretto niente male. Rischia, invece, di vanificare il gruzzoletto di quindici punti racimolati nella prima parte di stagione l’Avetrana, se non si affretta ad allestire una squadra che possa risultare un minimo competitiva.

Ritorna al successo il Brindisi, che nell’antipasto al campionato di sabato, passeggia per 6-1 sull’Unione Calcio Bisceglie e agguanta il Barletta al secondo posto. Si stanno sfidando a suon di gol Casarano e Brindisi: 32 reti all’attivo per la capolista e miglior attacco, 25 i gol messi a segno dai biancazzurri. Il Barletta si può consolare con lo scettro di miglior difesa (undici centri al passivo), che condivide con Gallipoli e Altamura. I tre gol subiti contro il Mesagne, infatti, tolgono al Trani il record di difesa meno battuta. Si toglie, invece, dal penultimo posto la formazione di mister Ribezzi, che tre gol in una sola partita ancora non li aveva fatti quest’anno. Leggero l’attacco dei brindisini: è il peggiore del torneo, con undici gol segnati.

Restando in tema di statistiche negative, la Molfetta Sportiva continua a detenere lo scettro di difesa più perforata: con i quattro gol beccati a San Severo, diventano in totale 34 le reti incassate. Eccezion fatta per San Severo e Mesagne, sotto perdono tutte, anche il Corato, che ne prende tre dal Gallipoli  e non riesce proprio a invertire la rotta, nonostante il deciso restyling. Sono in serie positiva da tre turni i giallorossi. Non lotterà per il titolo (la distanza, a livello di rosa, col Casarano è tanta), ma il Gallo sarà sicuro protagonista nella lotta ai playoff. Dalla quale rischia di uscire il Molfetta Calcio. È crisi nera per i baresi, che perdono in casa contro l’Otranto e, soprattutto, sono a secco di vittorie da ben sette giornate. E la sconfitta contro i leccesi costa cara a Pino Giusto, che nella serata di ieri è stato esonerato. Per l’Otranto si tratta del secondo successo di fila, che lo rilancia, addirittura, in ottica playoff. Tra gli idruntini ancora una volta protagonista il portiere Caroppo, che dopo aver risolto il match del turno precedente col Vieste, mette anche il punto esclamativo alla partita con il Molfetta Calcio. Frena ancora l’Altamura, che pareggia in casa di un Terlizzi sceso in campo con ben sei juniores, ma tiene, comunque, il passo playoff.

Articoli Correlati