Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

ECCELLENZA – Il Casarano viaggia spedito verso il titolo. S’infiamma la corsa playoff e playout: il punto dopo la 23ª

Non conosce ostacoli la marcia di avvicinamento del Casarano alla conquista del titolo. Nella ventitreesima giornata del campionato di Eccellenza arriva il dodicesimo risultato utile consecutivo, decima vittoria nelle ultime dodici giornate, per i rossazzurri, che s’impongono nel derby tra salentine con l’Otranto. Resta di gran lunga il miglior attacco del torneo il Casarano, con 51 centri all’attivo. È un vero e proprio rullo compressore la formazione di mister De Candia, fresca vincitrice anche della Coppa Italia.

Resta invariato il vantaggio sul Brindisi, che soffre, ma vince, nell’anticipo di sabato col Mesagne. I biancazzurri s’impongono in rimonta contro una squadra molto ben organizzata, trascinati da una doppietta di Pignataro, che si prende il comando della classifica marcatori. Il Mesagne può mangiarsi le mani per l’espulsione di Molfetta, a dieci minuti dal termine, quando poi si è materializzata la remuntada biancazzurra.

Perde, invece, terreno, dalla piazza d’onore, il Barletta, che conquista, sì, il diciottesimo risultato utile consecutivo, confermandosi con tredici reti subite la miglior difesa, ma non riesce ad andare oltre lo 0-0 casalingo con il Bisceglie. In evidenza il portiere classe 2001 dell’Unione Calcio, Andrea Di Bari, che para un rigore al capitano biancorosso Negro a dieci minuti dall’intervallo. Il Barletta diventa così la squadra che ha pareggiato di più, undici volte. Termina in parità lo scontro diretto in chiave playoff fra Trani e Altamura. 1-1 il punteggio sul tabellino, nel quale c’è da annotare anche un penalty fallito da Negro. Un pari che scontenta soprattutto la Vigor di mister Scaringella. Rientra in zona playoff il Vieste, che, dopo tre turni di astinenza, s’impone sul giovanissimo Avetrana, per tre reti a una. I tarantini sono sempre, ampiamente, la peggior difesa del torneo, con sessantaquattro gol incassati, ma possono consolarsi con l’eurogol segnato da Lomartire al Vieste. Un vero e proprio gioiello.

Il baby Terlizzi complica i piani del Gallipoli in ottica playoff, strappando un buon pareggio al “Bianco”, che interrompe la striscia di sei ko consecutivi dei baresi. E domenica prossima il Gallipoli andrà a fare visita al Casarano, in un derby molto sentito. Un pari che non serve a nessuno quello tra Molfetta Calcio, che vede allontanarsi ulteriormente la quota playoff e San Severo, che resta sempre invischiato in zona playout. Per i foggiani, che non vincono da quattro giornate, si tratta del terzo pareggio consecutivo. Il Corato reagisce alla sconfitta in finale di coppa con il Casarano, ma l’avversario non era di certo dei più irresistibili. I neroverdi s’impongono, infatti, sul fanalino di coda Molfetta Sportiva, peggiore attacco del campionato, con sedici gol segnati.