Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

CASARANO – Salvadore cancella Catania: “Ad Ostuni per vincere. In Coppa mi aspetto un arbitro esperto…”

Il Casarano è tornato dalla Sicilia con una sconfitta sul groppone, nei quarti di Finale di Coppa Italia, contro il San Pio. Il capitano Tindaro Salvadore torna sul match, deciso in maniera controversa: “Sembrava un film già visto – afferma il capitano rossazzurro -. L’arbitro, per la verità, non aveva segnalato il gol, il guardalinee, lontano 30-35 metri dall’azione, ha visto la mano del portiere toccare la palla. Quindi, era gol. Le immagini televisive hanno poi scornato tutti quanti, ma il danno ce lo siamo portato a Casarano. O meglio, al danno aggiungi anche la beffa. Per quanto accaduto erano dispiaciuti anche quelli del San Pio che si sono sforzarsi a ben ospitarci”.

I casaranesi denunciano il comportamento della terna: “Ci hanno fatto dei fallacci mai rilevati. Giannuzzi è stato pericolosamente atterrato e Lezcano ha segnalato alla’arbitro il fatto. Nulla di meglio per beccarsi un’ammonizione che lo terrà fuori mercoledì prossimo. Ma quello che più ci ha indisposti è stato il comportamento della terna che ci rideva in faccia”.

Tutto rimandato a al ritorno del Capozza: “Ci attendiamo un arbitro esperto ed equidistante e perché no, anche un po’ di fortuna in più. Sono stati troppi i gol sbagliati per un nonnulla”. Intanto si pensa all’Ostuni:”Questo non ci impressiona più di tanto. Abbiamo lavorato e stiamo lavorando con grande volontà. Siamo convinti che alla fine il lavoro paga. Ostuni? Ci andiamo per vincere. Siamo forti di un’incrollabile fiducia nella nostra forza e siamo un gruppo granitico senza flessioni”.