CASARANO – Nell’ultima casalinga i rossazzurri superano il Vieste

Foto: @F. Stefanelli

Nell’ultimo match casalingo della stagione, il Casarano si impone sul Vieste con il risultato di 4-1, raggiungendo così il terzo posto. Una posizione di classifica valida solo per il prestigio, considerati i risultati dagli altri campi che sanciscono la matematica impossibilità dello svolgimento della fase regionale degli spareggi promozione.

Nei minuti iniziali del match, gli ospiti scendono in campo con un piglio vivace, lasciando intendere di voler conquistare il bottino pieno. Nel giro di 10’, infatti, si registrano ben tre occasioni per il Vieste: al 1’ Colella lavora un pallone al limite dell’area e scaglia una bella conclusione che, però, finisce alta sulla traversa, al 5’ Mandorino vede il corridoio per Salerno e lo serve, ma Pellegrino è veloce nella lettura dell’azione e blocca la sfera prima che questa arrivi tra i piedi dell’attaccante ospite. Al 10’ Rubino, dal lato destro dell’area di rigore, rientra e calcia, trovando solo l’esterno della rete. La risposta del Casarano giunge al minuto 16’, quando Regner serve magistralmente l’accorrente Marino che però calcia altissimo da ottima posizione. È il preludio al gol che arriva dopo un solo giro di lancette d’orologio. Amato, dalle retrovie, consegna il pallone a Procida con un lancio preciso, l’esterno brindisino, di prima serve Tedesco che altro non deve che depositare il pallone in rete. Il bomber rossazzurro si ripete poi al 22’, quando con un bel tuffo di testa trasforma in gol il suggerimento di Regner. Al 26’ il Casarano rischia di fare il tris, ma Carminati, peccando di altruismo, non calcia e serve Tedesco che non arriva sul pallone per una questione di centimetri. Malgrado il fulmineo uno-due rossazzurro, il Vieste non demorde e al 32’ Augelli sfiora il gol con una bella conclusione incrociata dalla sinistra, che però finisce a lato di poco. Dopo due minuti è Triggiani a provarci, con un tuo velenoso che sfiora la traversa. Il gol cercato dagli ospiti arriva allo scadere sugli sviluppi di angolo con Salerno che, in netta posizione di offside, supera Pellegrino dopo un rimpallo favorevole. Il portiere rossazzurro si lamenta in maniera vivace per la mancata segnalazione del fuorigioco e per la convalida del gol, procurandosi un cartellino giallo che gli farà saltare l’ultima partita in quel di Trani.

In avvio di ripresa, al 5’, Marino mette in ghiaccio il match, realizzando il 3-1 con un bel piattone dopo il suggerimento di Tedesco. Al 14’ Camasta, sugli sviluppi di un calcio di punizione, tenta la spettacolare conclusione al volo, mandano il pallone alto di poco. Dopo una fase con pochissime emozioni, dovuta anche al calo dei ritmi, al 31’ si registra un altro gol: Procida porta palla in area di rigore, Sollitto interviene goffamente e supera il proprio portiere, per il 4-1 finale. Al 40’ l’occasione della quinta rete rossazzurra capita sui piedi del subentrato Negro, ma l’attaccante casaranese è lezioso e perde il momento utile per calciare dopo aver aggirato Tucci. Al 48’ si registra l’ultima emozione del match: Augelli a tu per tu con Pellegrino calcia a botta sicura, ma il portierone rossazzurro si supera e compie un vero e proprio miracolo, respingendo il tentativo avversario.

I rossazzurri salutano con una bella vittoria, l’ennesima dello straordinario girone di ritorno, il “Capozza”. L’ultima sfida stagionale per la formazione di mister Toma sarà quella di domenica prossima con il Trani.

>>> QUI IL TABELLINO DEL MATCH &<&<&<

Articoli Correlati

Lascia un commento