Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

CASARANO – L’addio di Bellante: “Dignità, diplomazia, correttezza e lealtà non si comprano al supermercato…”

Non solo Toma, anche Franco Bellante lascia il Casarano. Questa la nota ufficiale con cui l’ex dirigente rossazzurro ne spiega le motivazioni e ne approfitta per togliersi qualche ‘sassolino’ dalla scarpa.

Al termine della mia definitiva cessazione del rapporto di collaborazione con la SSD  Casarano Calcio srl, sento il dovere di rivolgere al dottor Eugenio Filograna il più sentito ringraziamento per la fiducia concessami e le continue attestazioni di stima formulate nei miei confronti.

In data 15.05.2015 il Presidente mi ha comunicato, telefonicamente, la sua volontà di non avvalersi più della mia modestissima collaborazione, a causa delle profonde ed insanabili divergenze, emerse tra il sottoscritto, il tecnico Antonio Toma e tutti i dirigenti della prima squadra in merito all’ormai noto e totale disinteresse nei confronti del settore giovanile e non, come si vorrebbe far credere, per questioni di budget.

La decisione assunta è perfettamente condivisibile ed in sintonia con le linee programmatiche della società, tenuto conto della volontà di profondere ogni impegno nel tentativo di vincere ad ogni costo il prossimo campionato di “Eccellenza”.

Dalla lettura di una nota apparsa recentemente sul sito ufficiale della società ho appreso del profondo rinnovamento in atto nel settore giovanile, sia a livello dirigenziale che tecnico, e delle importanti collaborazioni con note società locali (Atletico Racale, ASD Gioventù Sport Casarano).

All’autore del suddetto articolo vorrei modestamente far notare che, nel recente passato, nell’ottica di una seria e corretta collaborazione, erano stati già sottoscritti accordi in tal senso con la Polisportiva Gioventù Supersanese e la Don Bosco Alezio.

Desidero aggiungere, senza il benché minimo intento polemico ma solo per completezza di informazione, che in questi ultimi giorni stavano per essere concretizzate importanti intese con società come Bari ed Empoli.

Nei numerosissimi anni, dedicati, a vario titolo, alla Casarano Calcio non ho mai tenuto in considerazione fantasiose congetture o ipotesi più o meno attendibili, avendo sempre preferito rispondere alle “chiacchiere da bar” e alle varie critiche rivoltemi dai soliti grandi intenditori di calcio con fatti concreti e risultati inoppugnabili.

Preferendo attenermi soltanto ai risultati ottenuti in questi ultimi tre anni non posso esimermi dal sottolineare la vittoria del campionato di promozione (senza alcuna sconfitta), la conquista della Coppa Italia Regionale ed il Premio Fair Play nel campionato 2012-2013 (primo anno di costituzione della nuova società), l’assegnazione della Coppa Italia regionale e la partecipazione ai play off nel campionato successivo (risultati ottenuti grazie alla determinante, preziosa e qualificata collaborazione con i dirigenti Inguscio, Obbiettivo e Alemanno).

Non meno importanti ed altrettanto lusinghieri i risultati ottenuti in ambito giovanile, quali le due vittorie del campionato allievi provinciali con relativa assegnazione del titolo territoriale, la vittoria del campionato juniores regionale, con la conseguente partecipazione alle fasi nazionali, con la squadra guidata dal tecnico Simone Greco. Altrettanto significativo e degno di nota il terzo posto ottenuto con la juniores regionale nel campionato appena concluso, ove si consideri che la squadra, composta solo ed esclusivamente da ragazzi delle classi 97-98 ha destato unanimi consensi per le doti tecniche dei singoli e la qualità del gioco espresso. Molti i giovani che si sono messi in particolare evidenza. Oltre a quelli che hanno fatto parte della prima squadra (Tarsilla, Luperto, Castrì, Zaminga e Campa) degni di particolare menzione risultano: Piccinno e Piccinonno (1997), Solidoro, Presicce, Montella, Rizzello (1998), Muho (1999), De Matteis Gioele, Cavalera e Pino (2000), Maglie, De Matteis Luigi (2001), Vantaggiato (2002), gli ultimi due già nel mirino di importanti club.

 Sono certo che gli attuali responsabili della prima squadra, il sig. Sergio De Pascali (nuovo responsabile del settore giovanile, al quale intendo formulare i più sinceri voti augurali per un proficuo lavoro) ed i suoi validissimi collaboratori sapranno ottenere risultati ancora più prestigiosi.

Lascio il Casarano con la profonda convinzione di aver profuso ogni energia nell’espletamento dei delicati incarichi affidatimi nell’esclusivo interesse della società e, nel contempo, nell’assoluta consapevolezza che valori quali la dignità, la diplomazia, la correttezza e la lealtà non possono essere acquistati nei supermercati.

Mi preme ringraziare, per concludere, indistintamente, tutti i miei collaboratori e tecnici, i calciatori e i rispettivi genitori, ed in particolare Veruska Malerba ed Andrea De Marco, dirigenti ineguagliabili e veri artefici dei risultati ottenuti. E’ indubbio che entrambi, per professionalità ed elevate competenze specifiche potrebbero tranquillamente collaborare con società ben più importanti.

Un sincero ringraziamento, infine, mi è doveroso rivolgere alla stragrande maggioranza dei tifosi casaranesi, che mi hanno sempre sostenuto, condividendo, senza riserve, ogni mia scelta.

Grazie a tutti e Forza Casarano!

Franco Bellante

Show CommentsClose Comments

Leave a comment