AVETRANA – Il Molfetta spaventa, poi i ragazzi terribili di Branà tornano a volare

In avvio di secondo tempo gli ospiti si portano avanti con Facecchia, Cappellini poi dà il via ad una straordinaria rimonta completata dalla doppietta di Richella

avetrana-tifosi

Soffre, ribalta il risultato ed alla fine porta a casa tre punti fondamentali l’Avetrana dai due volti di Giuseppe Branà; poco incisivo, quasi frenetico nel primo tempo, mentre, dopo aver subito lo schiaffo del vantaggio del Molfetta, non porge l’altra guancia, come fatto contro il Casarano, ma si rimette in carreggiata con un rigore e poi riesce a volgere a proprio favore la gara.

Parte tutto sommato bene l’Avetrana che al 2’, su rinvio di Petranca, vede Venza andare in progressione sulla destra, entrare in area e crossare dal fondo per l’accorrente Alemanni che, anticipandolo, viene comunque in contatto col portiere Savut, in disperata uscita, e termina a terra: per l’arbitro è un nulla di fatto e decreta solo la rimessa dal fondo. Al 13’ iniziativa degli ultras di casa che chiedono al pubblico presente di onorare con un lungo applauso, mettendosi in piedi, la memoria del numero tredici della Fiorentina, Davide Astori, deceduto prematuramente domenica scorsa; un’iniziativa prontamente recepita dai presenti.

Pericolo ospite al 25’ con Petranca che deve respingere di piedi un tiro a botta sicura, quasi un rigore in movimento, effettuato da Facecchia sugli sviluppi di uno svarione difensivo dell’Avetrana. In pratica questo è l’unico sussulto di un primo tempo veramente brutto, in parte condizionato anche dal forte vento, e che lascia il pubblico presente con qualche mugugno. Al contrario, la ripresa si apre col botto. Dapprima al 47’ Savut respinge coi pugni un tiro di Venza e, sul capovolgimento di fronte, Lorusso dal limite colpisce la traversa con la palla che resta nei pressi di Petranca che nulla può sul tap-in di Facecchia, appostato come un falco in area e colpevolmente lasciato solo dalla difesa di casa.

L’Avetrana reagisce in maniera veemente e deve ringraziare il molfettese Festa che al 52’ commette ingenuamente fallo su Venza: rigore inevitabile che Cappellini trasforma, spiazzando Savut. I ritmi si alzano parecchio ed al 54’ va annotata una mischia da brividi in area avetranese, con doppia respinta di Petranca sugli avanti ospiti mentre Alemanni, appena un minuto dopo, entra in area e, solo davanti a Savut, lo grazia con un tiro da dimenticare. Al 68’ Cappellini serve Alemanni in area sulla destra il cui tiro costringe Savut a respingere in tuffo.

L’arma principale dell’Avetrana è il contropiede, questo è risaputo, ma il Molfetta, evidentemente sbilanciato in avanti con la complicità dei cambi operati da Pino Giusto che forse snaturano gli equilibri fino a quel momento avuti dalla formazione ospite, se ne dimentica e Cappellini al 73’ compie una progressione micidiale sulla sinistra partendo in velocità quasi da centrocampo, accentrandosi e mettendo a sedere un avversario, servendo palla per l’accorrente Richella che deve depositare solo in rete da due passi.

A questo punto, perde la testa il Molfetta, che resta anche in dieci per l’espulsione di un nervosissimo Lorusso, il quale commette fallo su Alemanni, costringendolo ad uscire dal campo, e subisce anche il tris al 77’ su un’ennesima ripartenza, operata questa volta da Patera, appena entrato, che serve dalla destra in area Richella, ancora lui, che, nonostante il disperato tentativo di opposizione di un difensore, trova la doppietta personale e suggella una vittoria che certifica che l’Avetrana è ancora in corsa per le posizioni playoff.


Domenica 11/3/2018, ore 15.00
Stadio “Celestino Laserra” di Avetrana (TA)
Campionato di Eccellenza Pugliese 2017/18 – 25^ giornata

AVETRANA-MOLFETTA 3-1
RETI: 48’ Facecchia (MO), 52’ Cappellini (AVE) su rigore, 73’ e 77’ Richella (AVE)

AVETRANA: Petranca, Salto, Prete, Cellamare, Calò, Romano, Alemanni (75’ Patera), Cavalieri, Richella, Cappellini (85’ Cava), Venza. A disposizione: Strafella, Margagliotti, Sebastio, Pizzolante, Saracino. Allenatore: Giuseppe Branà

MOLFETTA: Savut, Festa, Martinelli, Dentamaro, Pinto, Amoruso, Augelli, Andriano (62’ Carella)), Facecchia (56’ Albrizio), Lorusso, Corallo (65’ Roselli). A disposizione: Turi, De Luca, Lobascio, Ronconi. Allenatore: Pino Giusto

Arbitro: Grosso di Bari (Fracchiolla – Abbinante, entrambi di Bari)
Note – Pomeriggio parzialmente nuvoloso con ventilazione sostenuta e terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 300 con rappresentanza ospite. Ammoniti: Alemanni e Petranca (AVE); Festa, Lorusso e Amoruso (MO). Espulso al 74’ Lorusso (MO), rosso diretto per fallo su Alemanni. Angoli: 4 – 1. Recupero: pt 0’; st 5’.

Articoli Correlati