AVETRANA – Branà: “Peccato, ci ho creduto fino alla fine. Qui abbiamo un grande futuro…”

Il tecnico: "Servirebbero due o tre innesti importanti. Anche se ripetere una stagione come questa, in cui siamo arrivati a due giornate dalla fine a giocarci il campionato, non è facile"

brana-coribello

Foto: G. Bruno - ©M. Coribello

L’Avetrana saluta il sogno Serie D, sconfitta in casa per 0-2 dall’Omnia Bitonto. “Tra le tre partite (il riferimento è anche alle due sfide di campionato, ndr) è stata quella non dico che abbiamo giocato meglio, ma tra episodi e tutto il resto avremmo meritato – esordisce nel post gara Giuseppe Branà. Siamo stati fregati da quel gradino in più di esperienza che ha l’Omnia. L’episodio del rigore poteva cambiare il risultato, peccato, ma i rigori li sbaglia chi li tira ed Emanuele (Cappellini, ndr) non può certo essere giudicato su una partita. Se abbiamo conquistato cinquantatre punti il merito è anche abbondantemente suo. Queste partite ci aiuteranno a crescere, certo dispiace perché ci ho creduto fino alla fine”.

La sconfitta non può certo far piacere, ma l’Avetrana ha poco da potersi rimproverare. “Un applauso va a tutti i ragazzi – sottolinea l’allenatore – , alla società, ai tifosi, perché abbiamo realizzato qualcosa di grande, non dico di irripetibile perché nel calcio mai dire mai. Rimane comunque l’amarezza per questa sconfitta”.

Per parlare di futuro è, ovviamente, ancora troppo presto, ma Branà, che nega possibili contatti ed apprezzamenti da altre piazze, sembra avere le idee già chiare: “Noi abbiamo un grande futuro qui, servirebbero due o tre innesti importanti. Anche se ripetere una stagione come questa, in cui siamo arrivati a due giornate dalla fine a giocarci il campionato, non è facile”.  

Articoli Correlati