CALCIO AMATORIALE – SalentoDorica, vittoria e polemiche contro l’Atletico Movida

Si è giocata lunedì 30 marzo, la settima giornata del girone di ritorno di Platinum Liga girone B del campionato CSI di calcio a sette bolognese. SalentoDorica torna alla vittoria battendo l’Atletico Movida.

Dopo la sconfitta rimediata tre giorni prima contro il Villaggio K.S., l’unico risultato utile da portare a casa affrontando l’Atletico Movida era la vittoria. E così è stato: i salentini si sono imposti per 4-3 portando a casa tre punti pesantissimi in chiave playoff al termine di un incontro emozionante e dal risultato altalenante.

Al Cavina di Borgo Panigale, in un clima perfetto per giocare a calcio, la SalentoDorica scende in campo con la storica divisa bianca con striscia obliqua giallorossa, pantaloncini rossi e calzettoni rossi.

La coppia Chirivì-Librizzi in panchina, schiera dal primo minuto Benincasa in porta, Alessio Chirivì e capitan Scarpetti in difesa, Salvino a centrocampo, Willy Chirivì e Choufi sulle fasce e Galeotti in attacco, a sostituire Sebasta assente. In panchina, a disposizione, Rimondini, Lepore e Basile.

La SalentoDorica all’avvio parte subito grintosa ed aggressiva, una sconfitta chiuderebbe definitivamente i giochi playoff per i giallorossi. Willy Chirivì al secondo minuto divora un gol già fatto e calcia a lato, solo davanti al portiere. I salentini giocano bene, in difesa sono attenti e non concedono praticamente nulla agli uomini del Movida. Ma la SalentoDorica non riesce a metterla dentro. Anche Choufi spreca clamorosamente un gol, a due passi dalla porta, calciando alto. La partita è maschia, gli interventi sono decisi e ambedue le squadre dimostrano di non voler lasciare punti agli avversari. Ma è la SalentoDorica a colpire per prima. Galeotti dalla tre quarti, a metà tempo, calcia un tiro, non irresistibile ma abbastanza insidioso che si insacca alle spalle del portiere avversario, portando in vantaggio la SalentoDorica. I giallorossi fanno giocano davvero bene ma, negli ultimi minuti della prima frazione di gara, il Movida si sveglia e trova il pareggio con un tiro da fuori. Poi, una parata provvidenziale di Benincasa e un salvataggio sulla linea di Basile, consentono alla SalentoDorica di terminare il primo tempo sul risultato di parità.

Al rientro in campo, la SalentoDorica non si lascia trasportare dal nervosismo e continua a condurre una gara decisa e corretta, ma gli avversari non sono da meno, il tutto a favore dello spettacolo e del divertimento. E con un calcio di punizione del bomber Willy Chirivì, la SalentoDorica trova il nuovo vantaggio. Ma il Movida non ci sta e, pochi istanti dopo, pareggia di prepotenza. In occasione del pareggio, succede “l’episodio” che innervosirà, da lì in poi, l’incontro. Un giocatore dell’Atletico Movida, nell’esultare al gol del pareggio, si lascia scappare una bestemmia a pochi passi dal direttore di gara e da Willy Chirivì, con quest’ultimo che chiede all’arbitro di prendere i dovuti provvedimenti previsti dal regolamento Csi, ovvero l’espulsione.

Il direttore di gara, al quale non era sfuggita la bestemmia, espelle il giocatore del Movida scatenando le proteste di tutta la squadra e le “osservazioni” del Movida nei confronti del “bomber-spia” Willy Chirivì.  In superiorità numerica per cinque minuti, come previsto dal regolamento, la SalentoDorica trova l’ennesimo vantaggio, con Basile che serve sulla destra Galeotti che, in diagonale, trafigge il portiere avversario. Mancano cinque minuti al termine e la SalentoDorica stringe i denti nell’assalto del Movida. La partita si fa nervosa e fioccano i cartellini gialli. A pochi minuti dal termine, però, un bolide da fuori area di un giocatore del Movida, si insacca all’angolino basso alla destra di Benincasa. E’ il tre a tre. Cala lo sconforto sui volti dei salentini che vedono allontanarsi i tre punti tanto importanti per l’approdo ai playoff. Ma lo sconforto non cala sui piedi di Willy Chirivì che con un calcio di punizione, allo scadere, si trasforma da “bomber-spia” a “bomber-giustiziere”,  siglando il definitivo quattro a tre.

Finisce, quindi, con una vittoria sofferta che riaccende le speranze playoff della SalentoDorica che ora si porta a sole tre lunghezze dalla zona calda, con una partita da recuperare. Partita che verrà recuperata venerdì 10 aprile, alle ore 22 a Castel Maggiore, contro la capolista Real Zola.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati

Lascia un commento