Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

[YESTERDAY] NARDO’ – Toro, che beffa! Majella illude, l’Angri esulta con Del Grande

Un anno fa, il Nardò si apprestava a giocare la prima giornata di ritorno sul campo del temibile Angri. Non andò tanto bene alla squadra allenata da mister Maiuri, che dopo cinque vittorie di fila (tutte per 2-0 infilzando Gaeta, Ostuni, Boville Ernica, Pisticci e Pomigliano), fu superata dai campani per 2-1. Inutile e vano il vantaggio granata di Majella. Vi riproponiamo quell'articolo, buona lettura!

***

In un colpo solo il Nardò perde partita, terzo posto e terreno dalla vetta. Immaginarsi un copione peggiore diventa difficile, considerando che, a firmare il goal che ha dato il "la" alla vittoria grigiorossa, è proprio quel Del Grande, scaricato senza troppe remore a inizio stagione.

Per la trasferta campana il tecnico Maiuri sceglie Centanni e Masullo come esterni difensivi. Malagnino al posto dello squalificato Palmisano.

Tutto sembra volgere per il verso giusto quando già al 7' l'ex di turno Majella, con un preciso diagonale, brucia Falcone per la rete dell'1-0. Il primo tempo si chiude così con i granata in vantaggio.

Che la ripresa avesse in serbo tutt'altri piani pare evidente già al 55' quando Amarante, dalla lunga distanza, scuote la traversa con una gran botta. Dieci minuti più tardi il goal è cosa fatta: Del Grande sfrutta al meglio una rimessa laterale scodellata in area e insacca. Primo sigillo con l'Angri per l'attaccante campano, proprio contro i suoi ex compagni. Il match vive una fase di assestamento, e quando tutto lascia presagire al pareggio, i grigiorossi esultano nuovamente: calcio di punizione dalla lunga distanza, retroguardia neretina immobile, e Correale trafigge Sorrentino. L'Angri rimonta l'iniziale svantaggio. La gara si innervosisce, Pereyra ci prova al 90' ma Falcone con una prodezza salva i suoi.

Per ipotesi di rimonta non c'è più tempo, il Nardò, dopo cinque vittorie consecutive cade. I granata si assestano al quarto posto insieme con l'Ischia. L'occasione del riscatto arriva domenica, quando gli uomini di Maiuri, alla prima dell'anno davanti ai propri tifosi, ospiteranno il Fortis Murgia, in un match dal forte odore di play-off.