[YESTERDAY] CASARANO – Cenciarelli spiega il momento no della Virtus: “Forse una questione di mentalità “

Un anno fa di questi tempi il Casarano pareggiava a Grottaglie. Si giocava la seconda giornata di ritorno del girone H di serie D. Dopo essere passati in vantaggio con una rete di Pinto, i tarantini subirono il pareggio della Virtus, al primo della ripresa. A trovare la via del gol fu il folletto rossazzurro Diego Cenciarelli, che, al Nuovo Quotidiano di Puglia, spiegava i motivi del periodo opaco della sua squadra.

***

CASARANO – Al Casarano si chiedeva continuità di risultati. Il pari di Grottaglie non è una sconfitta ma neppure quello che si sperava per poter tenere il passo della capolista Arzanese tornata nuovamente a sei punti di distanza. Un'altra prova in chiaroscuro dei rossazzurri, un'altra di una stagione che, al contrario delle precedenti, mai ha regalato filotti da prima pagina. Ciò nonostante, la Virtus è lì ad occupare i quartieri alti della classifica sperando di ritrovare il passo giusto unito al rallentamento altrui. Autore del gol che è valso un punto domenica scorsa, è stato Diego Cenciarelli, 19 anni da compiere il prossimo marzo e uno dei migliori per rendimento e qualità della formazione allenata dal tecnico Massimo Silva.

Cenciarelli, soddisfatto per la rete realizzata nell'ultima trasferta?
"Si, sono molto contento ma sarebbe stato meglio che la squadra avesse vinto. Il pareggio non è da buttare via, è meglio di una sconfitta. Certo, non è stata una partita bella. Nel primo tempo, sono stati i nostri avversari il Casarano della situazione e non si riesce a capire il perchè".

Non riuscite a inanellare pi”ugrave; due vittorie di fila. Come mai?
"Due partite le giochiamo bene e le vinciamo, poi la terza la sbagliamo. L'anno scorso conquistammo sette vittorie consecutive, questanno non ci riusciamo. Il pari di ieri è stato un brutto colpo. Sono piuttosto amareggiato. Avremmo potuto rimanere a quattro punti di distacco dall'Arzanese, invece ora sono di nuovo sei. Oltretutto, il Gaeta ci ha staccato di due punti e tra due giornate lo incontreremo in trasferta. Speravamo in una classifica diversa. Mi auguro che domenica, quando noi giocheremo in casa contro il Boville Ernica, gli altri commettano passi falsi".

Contro il Boville subiste la prima sconfitta del girone di andata….
"Fu una partita assurda in cui costruimmo decine di palle gol ma loro vinsero con due calci piazzati. Fu incredibile. Poi, loro hanno confermato di essere una discreta squadra, sono a soli cinque punti da noi".

Ma lei si è spiegato perchè accusate questi imprevisti rallentamenti?
"Non saprei dire cosa succede. Fisicamente stiamo bene, la voglia e la concentrazione ci sono, dobbiamo cercare di migliorare in alcune situazioni. Forse è una questione di mentalità non di gioco. Ripeto, è difficile individuare la ragione. Quest'anno sta andando così, speriamo di avere un rendimento più continuo nelle prossime giornate".

Contro il Grottaglie, il tecnico Silva ha schierato per la prima volta quello che dovrebbe essere il centrocampo a te titolare ovvero lei, Kettlun e Bonaffini. E' stato un esordio positivo?
"Non ci sono stati problemi. Mi sono trovato bene. Di certo, con la presenza di Kettlun sono stato costretto a posizionarmi più avanti nel ruolo quasi di mezzala. In linea di massima preferisco giocare dietro davanti alla difesa come facevo anche nella Fiorentina. Però mi adatto, è chiaro. Oltretutto, sono andato anche a segno così come accadde la passata stagione".

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati