Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

VOLLEY B2/m – Martina a valanga sul malcapitato Sirignano. Vetta più vicina

La Pallavolo Martina supera anche l’ostacolo Sirignano, imponendosi per 3-0 nella seconda gara interna di fila, chiudendo questa mini-serie al PalaWojtyla con 6 punti in carniere e sfruttando al meglio il crollo interno della capolista Squinzano, battuta nettamente dal Montella e ora a soli tre punti dai biancoazzurri.

Partita che sin dall’inizio i biancoazzurri impostano sulle ali del vantaggio, mostrandosi concentrati e decisi a conseguire una vittoria importanti ai fini della classifica e del morale. Subito l’8-3 di Magrì dal centro a mettere in chiaro i valori in campo. Il vantaggio si amplia sino al 13-6 di Mazzarelli direttamente dal servizio ed è Schena a fissare il +7 del secondo tecnico (16-9). Nitti mantiene il vantaggio e chiude il set mettendo a terra il pallone del 25-19. Secondo set che parte con il 6-2 biancoazzurro. Schena costringe Calabrese al primo discrezionale ma al rientro in campo cambia poco. 8-3 al primo tecnico di Lo Re, Mazzarelli ferisce ancora dalla linea del servizio (14-8) e Lo Re fissa il +5 del secondo tecnico.

Il 22-15, ancora di Lo Re, porta gli ospiti a stoppare ancora il gioco ma il set è segnato e una battuta sbagliata degli ospiti pone fine alle ostilità sul 25-17. Spinelli nel terzo parziale darà respiro a D’Amico, schierato da titolare, inserendo Giorgio. Gloria anche per il giovane Ceppaglia che negli ultimi scambi prenderà il posto di Schena. Nitti mette giù due ace di seguito portando i locali sul 7-4, ed è ancora lui ad attaccare per il 12-7 su cui gli ospiti spezzano il gioco rifugiandosi nel discrezionale. Il muro di Giorgio coincide con il 16-10 del secondo tecnico che spiana la strada all’attacco errato dei campani che fa partire la festa del 25-20 finale.

Nessun passo falso, quindi, per i biancoazzurri che costringono il Sirignano a subìre la sua 14esima sconfitta stagionale e portano a 33 punti il ‘tesoretto’ delle prime 14 giornate, soli tre in meno dello Squinzano. Il sogno, comunque, restano sempre i playoff. E’ quello l’obiettivo da raggiungere per Spinelli e soci, mantenendo saldi i nervi e la concentrazione nelle prossime difficili gare, difficile come tutto un campionato che, dopo questa giornata, mostra come non vi sia nulla di scontato e che comanda sempre il campo.

***

PALLAVOLO MARTINA:
1 Mazzarelli (2), 2 D’Amico (7), 3 Patella (ne), 5 Giorgio (2), 6 Lo Re (11), 7 Schena (10),
8 Liuzzi (L), 10 Magrì (1), 15 Ceppaglia (0), 16 Nitti (17), 18 Fortunato (ne).
Coach: Giuseppe Spinelli.
Attacco: 73%; Ricezione: 68%; Muri vinc.: 2; Ace: 4; B. Sb.: 3.

ELPRAL ARS ET LABOR SIRIGNANO:
2 Calero (L), 3 Coppola (0), 5 Tucci (16), 7 Valletta (0), 8 Longobardi (L), 9 Amodeo (8),
10 Bufuno (12), 11 Foglia (2), 12 Penna (3), 17 Matarazzo (1).
Coach: Luigi Calabrese.
Attacco: 65%; Ricezione: 61%; Muri vinc.: 3; Ace: 3; B. Sb.: 11.

Direttori di gara: Gianluca Mallardi (Gioia del Colle) – Marialuisa Traversa (Gioia del Colle).
Risultato e parziali: 3-0 (25-19; 25-17; 25-20)