Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

VOLLEY B2/m – Alessano, è tutto da rifare. Mercoledì la ‘bella’ con Altamura

Tutto da rifare per l’Aurispa Alessano: dopo la bellissima partita di andata nella semifinale playoff per la promozione in B1 contro la Domar Altamura, i ragazzi di mister Medico non sono stati capaci di ripetere l’ottima prestazione e si sono arresi per 3-1 al Pala “Baldassarra”. L’incontro di sabato ha visto le due squadre scambiarsi i ruoli: concentrata e molto attenta l’Altamura, fallosa e in difficoltà dal punto di vista atletico l’Aurispa, accompagnata nelle murge da un centinaio di tifosi. Si deciderà tutto mercoledì prossimo, nella “bella” in programma al Pala “Don Tonino Bello”, in quella che sarà l’ennesima battaglia tra i leoni biancoazzurri e quelli biancorossi.

Primo set che vede l’Altamura portarsi sul 3-0, ma l’Alessano, nonostante qualche disattenzione, recupera un punto e si trova sotto per 8-6 al primo tecnico. I padroni di casa riprendono a martellare i biancoazzurri che continuano a sbagliare (Cesari sostituisce uno spento De Giovanni) e al secondo tecnico Maiullari e compagni sono avanti 16-11. Al rientro sul parquet Carrozzo e compagni danno inizio alla rimonta e riescono ad agganciare gli avversari sul 23 pari. Ma un muro di De Tellis su Mazza e un errore in appoggio di Carrozzo, consegnano il parziale all’Altamura dopo 26 minuti di gioco.

Il secondo set è una vera e propria battaglia: gli uomini di mister Medico rientrano più determinati e conducono l’inizio del parziale fino all’8-6 del primo tecnico. Ma i biancorossi reagiscono e prima agganciano l’avversari e poi lo superano fino al 16-14 del secondo tecnico. Al rientro Sette e compagni continuano a fare punti su punti e arrivano a condurre per 21-16. Sembra un set già perso e invece mister Medico con il cambio di regia, Calabrese per Orlando, azzecca la mossa decisiva: l’Alessano rimonta e arriva a condurre per 22-21. Controsorpasso Altamura (23-22), ma è l’Aurispa ad avere il primo setpoint sul 24-23. I padroni di casa lo annullano e nell’azione successiva hanno loro la possibilità di portarsi sul 2-0. La forza di volontà di Mazza e compagni è grande e, dopo aver ribaltato la situazione e aver sprecato altre cinque possibilità per chiudere il set, conquistano il parziale con il soccorso della dea bendata: battuta di Carrozzo, la palla tocca il nastro della rete e cade in campo avversario. È 1-1 dopo ben 37 minuti di gioco.

Potrebbe essere la svolta della partita, ma così non è. Nel terzo set, dopo l’inizio che vede le due squadre lottare punto a punto (8-7 Altamura al primo tecnico), i padroni di casa riprendono a condurre le danze e allungano fino al 16-13 del secondo tecnico. L’Alessano continua a sbagliare (Orlando è poco lucido in regia, De Giovanni continua a non influire sull’andamento del match e Bisanti non è perfetto come suo solito), mentre gli attacchi dell’Altamura, soprattutto da centro, sono sempre più ficcanti. Si arriva così al 25-19 in 27 minuti di gioco, che significa 2-1 per i biancorossi.

Quarto set senza storia con l’Altamura che alza una diga (8-1 al primo tecnico con ben cinque muri di Cataldi e compagni sugli attacchi dei biancoazzurri) e continua ad attaccare. Al secondo tecnico si è sul 16-8 e alla fine ci pensa Gallotta, con una pipe a chiudere il set sul 25-15, regalando il punto del pareggio nella serie.

L’Alessano ritorna a casa con la consapevolezza di aver sbagliato l’approccio alla partita e sicuramente farà tesoro degli errori commessi, in modo da limitarli al massimo nella sfida dentro o fuori di mercoledì. Comunque siamo sicuri che capitan Carrozzo e compagni sapranno reagire anche grazie all’apporto dei propri tifosi che, come in gara 1, saranno l’uomo in più.
Anche nell’altra semifinale situazione di parità: Turi si impone sul Giarratana per 3-2 davanti ai propri tifosi e mercoledì si recherà nuovamente in Sicilia per gara 3.

Come una settimana fa anche per gara 3, in previsione di una notevole affluenza di pubblico, la società effettuerà il servizio di prevendita biglietti presso il Punto Snai di Piazza Don Tonino Bello.

***

Queste le due semifinali:

Mercoledi 30 maggio: Aurispa Alessano – Altamura (20,30); Giarratana – Turi (20).