VOLLEY B2/m – Alessano, con l’Ugento/Taviano la vittoria non basta

aurispa-alessano

(di Gabriella SANSÓ) – Nella splendida cornice di pubblico del PalaOzan Tiziano Manni di Ugento è andato di scena il big match della ventiduesima giornata del girone G di serie B2 tra Falchi Ugento”Virtus Taviano e Aurispa Alessano, ovvero prima contro seconda della classe. Le due squadre hanno dato vita ad una partita vibrante e molto tirata, con ottime giocate e qualche errore di troppo, in virtù anche della posta in palio: il primo posto in classifica. Alla fine l’ha spuntata in rimonta l’Alessano, anche se la vittoria per 3-2 ha un sapore agrodolce per gli uomini di mister Medico, che non riescono comunque a superare in classifica i giallorossi.

Le due squadre si schierano in campo con i seguenti sestetti: Ugento”Taviano con Nicolazzo in regia, Mastropasqua opposto, Anselmo e Scalcione laterali, Serra e Miraglia centrali, Spennato libero. Alessano, invece, con Parisi G. al palleggio, Orefice opposto, Carrozzo e Parisi P. schiacciatori, De Pascalis e Torsello centrali e Bruno libero.

Il primo set comincia con l’Alessano in difficoltà in ricezione e molto falloso: Ugento già avanti 8-5 al primo tempo tecnico con 6 punti regalati dai biancazzurri. Le difficoltà per Carrozzo e compagni aumentano e i padroni di casa ne approfittano per allungare ulteriormente per volare 16-11. Arriva finalmente la reazione dell’Aurispa che avvicina gli avversari fino al 22-20, ma una mancata intesa tra Gabriele Parisi e Torsello regala il punto all’Ugento che poi chiude il set 25-22 con un attacco di Mastropasqua. Partenza di secondo set ancora più disastrosa per l’Alessano, che va subito sotto 1-5 e riesce ad accorciare le distanze fino al 5-8 del primo tecnico. I biancazzurri da qui in poi riescono a rimanere in scia ai giallorossi. Al secondo tecnico è 16-14 per gli ugentini. L’Aurispa arriva addirittura al 18 pari prima di andare sotto di nuovo 19-21. Sul 21-20 per i padroni di casa, arriva una valutazione dubbia del primo arbitro Buonviso contestata dall’Alessano: l’Ugento ringrazia e vince anche il secondo parziale 25-21 raggiungendo così l’obiettivo minimo nella partita.

Il terzo set sembra la fotocopia dei primi due con Nicolazzo e compagni che vanno avanti 4-1. L’Alessano stavolta reagisce subito: mister Medico sostituisce Pasquale Parisi, non al meglio, con De Giovanni e la squadra prima pareggia (5-5), poi va sull’8-7 a proprio favore. L’Ugento però non demorde e torna in vantaggio 10-8. La squadra di casa conserva il doppio vantaggio fino al 15-13. Alessano di nuovo avanti 16-15 al secondo tecnico, ma giallorossi ancora battaglieri: controsorpasso per il 19-17 ugentino. Da qui in avanti Orefice, Torsello e compagni prendono in mano le redini del gioco e prima pareggiano (21-21), poi vincono il parziale per 25-22 con Torsello protagonista con tre punti (due muri). Ad inizio quarto set mister Medico conferma De Giovanni al posto di Parisi. Stavolta è l’Alessano a tentare la fuga portandosi avanti 4-1. Al primo tecnico i biancazzurri sono sull’8-6, con Ugento capace di rimontare fino all’8 pari. Il set vede sempre avanti l’Alessano (16-13 al secondo tecnico), con l’Ugento che però non molla. Orefice sale in cattedra, mentre Mastropasqua dalla parte opposta incappa in un passaggio a vuoto. Il set si chiude 25-22 per l’Aurispa con ultimo punto di De Pascalis.

Si arriva al quinto e decisivo set: l’iniziale equilibrio (3 pari) è rotto dall’Alessano che scappa sul 7-3 prima di essere ripreso fino all’8 pari. Da qui in avanti è un continuo superarsi a vicenda finchè l’Alessano non trova il doppio vantaggio sul 14-12. Una battuta sbagliata di Miraglia, dopo la confusione creatasi nella panchina ugentina per un mancato cambio, consente all’Aurispa di vincere il set per 15-13 e di centrare una vittoria di prestigio in casa della capolista, anche se come detto il risultato non consente di effettuare il sorpasso.

Quella ottenuta domenica è stata una vittoria voluta e ottenuta grazie alla veemente reazione biancazzurra che ha consentito di ribaltare lo 0-2 dei primi due set. L’Ugento”Taviano ha dimostrato di essere al primo posto in classifica non per caso, esprimendo un ottimo gioco e facendo affidamento su un giocatore di ottima caratura come Mastropasqua, vero trascinatore in molte fasi della partita. Una volta raggiunto il punto necessario per mantenere il primato in classifica, i giallorossi hanno subito un calo di concentrazione che ha favorito la rimonta di Orefice e soci.

***

UGENTO/TAVIANO – ALESSANO 2-3

Falchi Ugento”Virtus Taviano: Nicolazzo, Mastropasqua 25, Anselmo 13, Scalcione 12, Serra 11, Miraglia 10, Spennato (L), Romano, Pierri, Congedi n.e., Cesari n.e. Allenatore: Cavalera.
Aurispa Alessano: Parisi G. 3, Orefice 24, Parisi P. 8, Carrozzo 8, Torsello 16, De Pascalis 9, Bruno (L) 1, De Giovanni 9, D’Urso, Avelli, Marzo n.e., Ciardo n.e., Ratano (L) n.e. Allenatore: Medico

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati