VOLLEY B2/f – Maglie più forte dell’emergenza, ko anche il forte Montella

(di Vito PALANGA) – Nella giornata più difficile e piena di insidie, spunta una prestazione da “dieci e lode” per maturità, determinazione e cuore. In Irpinia, con un tempo da lupi, tanta neve e tanto freddo, la Betitaly Volley Maglie segna il risultato più significativo della quindicesima giornata e scalda così i cuori dei propri supporters, mandando un segnale chiaro e inequivocabile al campionato. Il 3-0 conquistato nella trasferta di Cassano Irpino, contro un Montella presentatosi in gran forma come terza forza del campionato, è di quelli che lasciano il segno.

Tanto per intenderci, preme ricordare che il campo di gara era quello dove le padrone di casa qualche settimana fa erano riuscite a schiaffeggiare in tre set la capolista Corato. Chiaro, no ? A voler spiegare meglio potremmo dire che è stato un concentrato di grandissima pallavolo, condito da una tenace e volitiva prestazione corale. Si, certo, le ragazze di mister Solombrino, vista la situazione dell’infermeria, mostravano vistose ammaccature al sestetto titolare e sembravano destinate in questa trasferta ad uscire rovinosamente fuori strada. Ditemi un po’ cosa si sarebbe potuto immaginare di diverso nel momento in cui il capitano Alessandra Labate, pedina fondamentale per l’economia del gioco e dello spogliatoio, si vedeva costretta a decidere di sottoporsi ad intervento chirurgico per limitare un noioso infortunio, mentre l’influenza debilitava vistosamente la laterale Ilaria Barbaro.

Due forfait pesanti, dei quali si è dovuto tener conto per limitare i danni nel preparare la difficile trasferta e due atlete sulle quali si faceva molto affidamento per espugnare un campo molto temuto alla vigilia. Tante paure, quindi e poca serenità tra le fila rossoblu, dove nessuno si illudeva più di tanto. Non si era immaginato però la ferma reazione di un gruppo mai così unito, fatto di ragazze che sanno aiutarsi a vicenda, mature, esperte e soprattutto serie, forti della consapevolezza di dover giocare a denti stretti, ma con un grande cuore. E allora, toccava ancora una volta a mister Solombrino reinventarsi il proprio 6 + 1 e lanciarlo così in un’arena piena di tranelli. Nel rettangolo di gioco scendevano Di Martile in regia (ottima prova della “supermamma”), Romano e Carbone centrali, Greco opposta, Spassova e Cristofaro in banda, Scupola libero.

Ne veniva fuori una prova da applausi, forse la più bella prestazione della stagione, dove ognuna ha saputo dimostrare un grandissimo attaccamento ai colori di una società che è sempre più lanciata, con grande entusiasmo, verso grandi traguardi. Tutte hanno dato il massimo, soprattutto in fase di difesa, dove per le avversarie è stato complicatissimo mettere palla a terra. Citazione doverosa per Tony Spassova, lucida e decisiva nei momenti topici della contesa, e Apa Greco, tornata a far male alle avversarie come nelle giornate migliori. Infine un plauso a Iole Carbone, al debutto da titolare, chiamata al difficile compito di sostituire una pedina come la Labate.

Alla giovane centrale di San Vito va riconosciuto di aver brillantemente superato l’esame grazie ad una prova generosa e caparbia. Maglie sempre avanti nel punteggio e campane in affanno, se non quando aiutate dai pochi passaggi a vuoto delle rossoblù magliesi, come accaduto nel secondo set. Parziali chiusi 20-25; 24-26; 22-25. In questa partita la vera arma in più è stata di sicuro la forza del gruppo, unito e compatto. Emozionante vedere capitan Labate in panchina, alla vigilia dell’ingresso in sala operatoria, incoraggiare e dare consigli alle compagne, vestendo così i panni del “mister in seconda”. Alla fine giustamente la vittoria le è stata dedicata, da atlete e dirigenti, con un arrivederci a presto, più forte di prima.

Un plauso però tocca anche all’affezionato gruppo di tifosi magliesi al seguito, capaci di sfidare le intemperie meteo di una terribile giornata invernale pur di essere vicini alle ragazze. Hanno sostenuto a gran voce le proprie beniamine per tutta la durata dell’incontro, sino al fischio finale dell’arbitro, guidati dai ritmi di Lucio Palanga, storico tifoso rossoblu, riuscito nell’impresa di attirare anche le simpatie del pubblico di casa. E poi vanno fatti i complimenti alle avversarie, che hanno ampiamente dimostrato di poter lottare per un posto playoff, anche se la sensazione avuta è stata quella di un Maglie implacabile e tenace, che avrebbe comunque vinto, qualsiasi avversario si fosse trovato di fronte.

Le battistrada Corato e Maglie, continuano ad incrementare il proprio vantaggio sulle inseguitrici. Se le regine pugliesi sono separate da un solo punto, baresi a quota 38 e salentine a quota 37, le avversarie lottano per la terza piazza, con ben 4 compagini racchiuse in 2 punti (dai 29 del Lavello ai 27 del Pescara e nel mezzo Montella ed Isernia). Ed il prossimo turno, ancora una volta potrebbe aggiungere altre note di interesse per i colori del Maglie. Le rossoblù saranno impegnate nel match casalingo di sabato 9 febbraio, ore 19.00, al Palabetitaly, contro il Manoppello, mentre vi sono in programma scontri diretti quali Corato vs Lavello e Potenza vs Montella.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati