VOLLEY B2/f – Maglie espugna Turi 3-2. Macagnano: “Grande merito ai tifosi”

I derby, si sa, sono sempre imprevedibili e nell’unica sfida pugliese del calendario, in quel di Turi, anche per la Betitaly Maglie è stato così. Ci si attendeva forse una trasferta meno complicata e invece veniva fuori una serata piena di affanni, che per fortuna alla fine però celebrava la vittoria esterna per il team di mister Tonino Solombrino, e questo era quello che contava di più. In un turno dove ancora una volta sono stati rinviati per neve quasi tutti gli incontri in programma, le ragazze rossoblu continuano a macinare punti e mettere forte pressione alle dirette concorrenti in lotta per un posto al sole chiamato play-off.

Certo, nella Murgia barese il team magliese si presentava in “versione diesel” e come purtroppo già accaduto, la partenza era veramente lenta e compassata, mentre le baresi infilavano un set praticamente perfetto (finiva 25-15), giocando con cattiveria agonistica, sbagliando pochissimo e ipnotizzando il gioco magliese con una raffica di battute veramente insidiose, che mandavano in crisi la ricezione ospite. Per fortuna però che ci si risvegliava subito dal brutto torpore, anche se balzava agli occhi una certa opacità dell’attacco magliese, spuntato e insicuro.

Anche nel secondo parziale la musica non sembrava essere cambiata e il tecnico Solombrino si vedeva perciò costretto a modificare in corsa l’assetto tattico e senza far sconti a nessuno, con coraggio, riportava in panca Anna Paola Greco e Ilaria Barbaro, entrambe con le polveri bagnate e piuttosto distratte, lanciando sul parquet la giovanissima Stefania Gatto, in costante crescita e la confermata Neire Scupola, insieme all’innesto al centro di Alessandra Labate, ancora in rodaggio, ma comunque capace di dare sempre un sostanzioso contributo alla causa.

Squadra completamente ridisegnata, quindi, con il conseguente spostamento della Stabile in banda. E la reazione era da grande gruppo. Un gran recupero nel secondo set e parità ristabilita (25-22). Nel terzo set si rivedeva un Maglie agguerrito, che spostava a proprio favore l’inerzia dell’incontro. Era 2-1 Betitaly (25-20). Sembrava il preludio per una agevole vittoria agevole, ma proprio perchè il derby ha sempre una storia a sè, che riserva stimoli ed emozioni uniche, Maglie cedeva e andava in affanno nel
quarto parziale, subendo il disperato ritorno di un ottimo Turi, rafforzatissimo dal mercato di gennaio, e capace, dunque, di conquistare il 2-2 sul parziale di 25-21.

Tutto si giocava al tiebreak, ma qui era monologo magliese. 15-7 il finale e vittoria rossoblu, a conferma che solo la bontà e la
poliedricità dell’organico a disposizione del tecnico magliese può fare davvero certi miracoli, tenendo sempre in debito conto che si è ancora orfani delle infortunate Hechavarria e Romano, ormai assenti di lungo corso, ma ormai sulla strada del completo recupero. Dunque nell’ambiente la sensazione è quella di aver conquistato due punti pesantissimi in ottica campionato, perchè si ha la netta sensazione che per qualsiasi compagine ci sarà da sudare contro le baresi.

Ora il Maglie è atteso da due importanti incontri casalinghi consecutivi. Sabato 18, alle ore 19.00, al Palabetitaly, andrà in scena il
recupero della seconda giornata di ritorno contro Aversa, mentre sabato 25, sempre alle ore 19.00, sarà la volta del Vasto. Se in tali occasioni il bottino sarà pieno, allora la classifica potrebbe sorridere ancora di più al team del presidente Gigi Macagnano. Questo è ciò che si augurano tutti i tifosi, che, anche a Turi, erano presenti numerosi a sostenere le proprie beniamine.

“Penso che siamo forse l’unica squadra del girone che anche in trasferta riesce a tirarsi dietro una nutrita e rumorosa rappresentanza di tifosi – commentava con orgoglio il massimo dirigente magliese –. Siamo fieri di avere questo primato e
talvolta l’incoraggiamento che ne deriva è veramente determinante. Il merito delle nostre vittorie quindi va suddiviso anche con loro. Ora speriamo di sfruttare al meglio il prossimo doppio confronto interno che ci aspetta. Occorre determinazione e rabbia per fare bottino pieno, sin dalle prime battute di gara, evitando così di dover sempre inseguire le avversarie”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati