Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

VOLLEY B2/f – Casoli si inchina, il Maglie cala il “settebello”

E’ un Maglie che viaggia a “forza sette” quello che strappa l’ennesima vittoria di questa esaltante stagione. Una forza sette che non solo racchiude la settima vittoria (3-0) contro il Casoli, coriacea formazione abruzzese, ma l’emozionante ritorno in campo di una protagonista assoluta della Betitaly che risponde al nome di Ilaria Barbaro. La giovane laterale foggiana, mano pesante nel roster a disposizione di mister Solombrino, è sulla via del pieno recupero ed ormai prende sempre più confidenza con il campo. Appena pronta al 100% sarà di sicuro l’arma in più per le rossoblù magliesi, che vale la pena ricordare sono costrette a fronteggiare la forzata assenza dell’altra laterale Valeria Cristofaro, che ne avrà ancora per molto.

Tornando al campo ed alla partita contro il Casoli, il film della contesa ha visto un Maglie partire in sordina e creare un po’ di apprensione ai propri supporters presenti sugli spalti. Il merito maggiore va dato alla squadra ospite : un concentrato di impegno, concentrazione, ardore agonistico e ammirevole caparbietà. Primo set infatti al cardiopalmo, recuperato solo sul filo di lana (27-25). Le avversarie si sono infatti trovate avanti 24-21, ma complice l’uscita di scena per infortunio della palleggiatrice abruzzese Fiore (alla quale si augura un pieno e prossimo recupero), hanno fallito la ghiotta occasione, dando a Labate e compagne l’opportunità di scuotersi dal torpore, riportarsi sotto e, pur con le palpitazioni, di vincere il primo emozionante parziale. Sconfitta la paura, Maglie ha poi iniziato a giocare meglio, seppur con troppi errori gratuiti, in battuta e in ricezione, frutto di un’eccessiva deconcentrazione, pur riuscendo a chiudere agevolmente II° e III° set, rispettivamente 25-14 e 25-14.

Va detto che il team di Solombrino non ha brillato come in precedenti occasioni ed è apparso con il fiato pesante, pur sapendo abilmente approfittare del legittimo sbandamento del Casoli dovuto al pesante handicap del pesante forfait in cabina di regia. A parziale attenuante c’è sempre da considerare che alcune interpreti chiave nel gioco magliese non sono apparse fisicamente al meglio, ma nessuno può dire quale piega avrebbe preso la partita se le avversarie avessero incassato il primo set. A ragion veduta, comunque, i se ed i ma non contano nulla e resta invece un dato chiaro e inconfutabile: i tre pesantissimi punti conquistati che permettono al Maglie di rimanere in vetta alla classifica a quota 20, in coabitazione con il Corato e con 3 punti di margine sul Pescara, prossimo avversario nella trasferta di sabato 1 dicembre, in quello che sarà il big-match della giornata.

Presentarsi in terra abruzzese in queste condizioni è una buona iniezione di fiducia, ma occorre ritrovare un Maglie determinato, grintoso e tonico, sin dalla prima palla del match e c’è da scommettere che in settimana il dato non sfuggirà al tecnico Solombrino. In società vi è grande soddisfazione, ma soprattutto grande equilibrio. L’avvio di stagione è veramente incoraggiante, ma le difficoltà continuano a lievitare con il passare delle settimane. Il primato esalta, ma nello stesso tempo aumenta le responsabilità di dover dimostrare forza e valore, evitando distrazioni o cali di attenzione. E’ sin troppo chiaro che il prossimo appuntamento diviene importantissimo, ma per nulla decisivo, in un campionato che sta riservando grandi emozioni nella parte alta della graduatoria, il cui vertice sembra appannaggio del trio Maglie, Corato e per l’appunto Pescara. A ragion veduta sabato prossimo in terra abruzzese è l’ora di dar fuoco alle polveri rossoblu.

QUI risultati, classifica e prossimo turno