Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

VOLLEY B1/f – Betitaly Maglie, successo in grande spolvero nel derby col San Vito

(di Francesco PAGLIALONGA) – Dimenticare subito la “sbornia di Marsala”, questa la parola d’ordine per le ragazze di Solombrino. Le Farfalle magliesi cercano nel primo derby stagionale di mettere alla spalle la sconfitta interna contro la formazione siciliana e tornare a volare. Il tecnico magliese deve ancora fare a meno di Di Lallo, ferma ai box per infortunio, ma recupera Vincenti e D’Angelo. Il San Vito, reduce dalla sconfitta a Pescara per 3-0, è a due punti dalle magliesi e prova lo sgambetto casalingo e il sorpasso in classifica. La partenza delle salentine è firmata dalla Lo Cascio e, poi, il regalo della Caputo porta sul 2-0 le rossoblu del presidente Spagna. Le padrone di casa, spinte da un Pala Macchitella stracolmo, si rifanno sotto, ma Cesario alza il ritmo e protocolla il 5-3. Caputo non ci sta e riacciuffa le magliesi, ma il primo tempo della Vincenti e la stoccata della Lo Cascio ristabiliscono il +2. La formazione brindisina prova a restare a galla, ma Cesario e Lo Cascio si impongono con arroganza e il gap aumenta fino al 13-9. La gara resta a ritmi elevati e Lo Cascio si erge a protagonista regalando il 16-13. Il tecnico di casa cambia la diagonale per portare linfa nuova, ma il Maglie continua a martellare con Montenegro e prende il largo fino al 20-13. Il San Vito stenta a ritrovarsi e la Betitaly affonda i colpi senza pietà e porta a casa il primo set sul 25-15.

Dopo il primo gioco dominato con tranquillità il Maglie prova ad azzittire i tifosi di casa anche nel ritorno in campo con il muro di Mazzulla. Cassone, poi, sbaglia in servizio e 3-1 per le farfalle. Il San Vito si affida all’orgoglio e torna a mordere fino al 6-6. Il Maglie accorda ancora la prepotenza della Mazzulla, Caputo risponde decisa e sfida aperta sull’11-10. Montenegro prova a dare la sferzata e le magliesi allungano sul 14-12. Il San Vito stavolta non si sfalda e prima pareggia i conti e poi accelera sul 16-14. Solombrino non ci sta e prova a riassettare le sue. Ottima scelta: Mazzulla recepisce, gli ingranaggi magliesi tornano a girare prepotentemente e Montenegro stampa il 18-18. Soleti, però, prova a strattonare, Vincenti la tiene a bada, ma Guidi si toglie soddisfazioni al servizio: 25-20 e tutto in parità.

La contesa resta equilibrata anche nel terzo. Lo Cascio prende iniziativa e prova l’allungo sul 4-1. Caputo, però, tiene di mira la Montenegro e chiude muri pesanti fino al 5-5. La Betitaly non cala la concentrazione e resta sulla cresta dell’onda: Mazzulla giostra, il rosso dell’arbitro aiuta e Lo Cascio si conferma: 16-11 con il San Vito in confusione. Le farfalle della Betitaly, intanto, quadrano la difesa e con Vincenti pungono in attacco fino al 20-15. Le padrone di casa non mollano e con un parziale di 4-0 si fanno pericolose fino al 21-22. Lo Cascio, però, resta decisa e stende le difese locali: 25-22 e altro passo verso la vittoria per le rossoblu. La decisione magliese non varia anche nel quarto gioco, ma il San Vito tiene duro e la contesa scivola punto su punto. Cumino tira fuori magia dal cilindro e prove di fuga sul 9-6. La Cassone, però, non molla la presa e con Caputo siglano in sorpasso sul 10-9. Per le magliesi è tempo di cambiare il vento: Mazzulla e Montenegro alzano lo spinnaker e vele spiegate per il 16-12. Il vantaggio accumulato non frena la voglia di risalire delle padrone di casa e parità sul 20-20. Le Farfalle aprono ancora le ali: Lo Cascio fortifica il vantaggio e Montenegro chiude i conti sul 25-22. Dopo una salita c’è sempre la discesa. Questo è il carattere della Betitaly.