Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

RALLY – “5 Comuni”, trionfano Rizzello-Sergi

Il tempo incerto non ha frenato la grande passione degli sportivi salentini appassionati di motori, che tra sabato e domenica hanno ammirato le performance dei piloti impegnati nel 2° Rally dei 5 Comuni, organizzato dalla Salento Motor Sport di Ruffano e snodatosi lungo le vie di Ruffano, Montesano, Miggiano, Specchia e Supersano.

La gara, inserita nel programma Challenge Rallies nazionali di Settima zona, non è partita sotto i buoni auspici, dopo il violento acquazzone che si è abbattuto sul Salento nella giornata di sabato. Domenica, invece, uno splendido sole ha accompagnato tantissimi spettatori a seguire le evoluzioni dei piloti, alle prese, tral’altro, con le seguitissime prove speciali della Madonnina e delle Fontanelle.

La prova speciale della Madonnina è stata vinta dalla coppia Rizzello-Sergi (Renault New Clio R3C, Salento Motor Sport), che hanno messo in fila il duo Mascia-Quarta (Renault New Clio R3C – Salento Motor Sport) e Laganà-Clavarino (Mitsubishi Lancer Evo X N4 – Vomero Racing). Quinta la coppia Straqualursi-Rovelli, in lizza per il Challenge Settima Zona.

Rizzello-Sergi trionfano anche nella prova delle Fontanelle, sempre davanti a Mascia-Quarta e Adamuccio-Panico (Renault New Clio R3C, Salento Motor Sport). Quinti Laganà-Clavarino, attardatisi per una foratura.

Nella ripetizione della Madonnina, vince Laganà con 7″9 su Rizzello e 10″1 su Adamuccio. Nella quarta prova, ancora uno scatenato Laganà parte all’attacco, ma è costretto a ritirarsi per un principio d’incendio della turbina, causato dalla rottura del tubo dell’idroguida. La prova viene così annullata.

Sull’ultimo passaggio della Madonnina, Rizzello batte Adamuccio, secondo con un ritardo di 6″2 e Massimo De Rosa (Renault New Clio R3C, Rubicone Corse), terzo a 9″5 dal primo.

Nell’ultima prova speciale, verdetti sostanzialmente confermati: primi Rizzello-Sergi, secondi Mascia-Quarta, terzi Adamuccio-Panico.

Gli equipaggi iscritti sono stati 63, di cui 57 verificati, mentre al termine sono giunti 41 equipaggi.

Non è stato facile bissare il successo della passata edizione – ha esordito ruffanese RizzelloSinceramente puntavamo alla conquista del podio ma non al primo posto, soprattutto considerando la qualità dei rivali per la lotta al vertice della graduatoria finale”. Soddisfazione anche per l’equipaggio numero 4, Mascia-Quarta: “Ho voluto provare questa nuova esperienza in R3C – spiega il leccese Mascia consapevoli che avevamo tutto da imparare. Paradossalmente posso dire di essermi trovato a mio agio, grazie anche all’aiuto del mio navigatore (Quarta n.d.r.)”. Infine, è stata dura anche per l’equipaggio numero 3, Adamuccio-Panico: “Siamo riusciti a conquistare il podio nonostante le mille avversità affrontate in gara – ha spiegato AdamuccioSulla penultima P.S., la vettura si è spenta ma abbiamo comunque portato in pedana la nostra Clio, conquistando la terza piazza del podio”.