BASKET A1/ m – Happy Casa Brindisi fa sognare per 20 mnuti, poi Milano accelera e chiude il match

Happy Casa Brindisi cede alla tecnica di una espertissima Milano per 84-72

Nic Moore al tiro

Foto: N. Moore al tiro - ©Salentosport.net - G.Giannuzzi

Happy Casa Brindisi cade in casa con la corazzata Milano 84-72. Fischio di inizio alle 17 con coach Vitucci che schiera Moore, Suggs, Tepic, Smith e Lydeka, coach Pianigiani risponde con Theodore, Goudelock, Micov, Kuzminskas e Cusin. Brindisi  parte come un razzo  trascinata dal neo acquisto Lydeka e Suggs  tanto da volare sul + 7 a 2’20” (21-14). Pianigiani richiama i suoi, ma i biancoazzurri sono precisi e concreti. Finisce il primo periodo 25-18

Happy Casa continua a dettar gioco con Lydeka e Mesicek fino a volare sul +14. Milano non riesce a trovare il quadro ma un signor  Goudelock firma due punti e dà una scossa decisiva ai suoi.  Da qui inizia il match per gli ospiti che in un amen dimezzano le distanze. Nel finale di quarto antisportivo a Suggs e volata per EA7. Si va alla pausa lunga 42-40.

Al rientro è un’altra partita al PalaPentassuglia: Brindisi perde la via del canestro, Milano prende confidenza con la retina e Vitucci chiama timeout (46-57). I brindisini non riescono a trovare gloria dall’arco, saranno nove a termine del quarto le triple sbagliate. Errori dai 6.75 anche per il sempre preciso  Moore. Nulla da fare dalla distanza. I fischietti puniscono con  un antisportivo il folletto locale, già gravato di 3 falli. Termina il terzo periodo 49-60.

Gli ultimi di gara sono targati Milano, ma Brindisi non permette di dilagare. Moore rientra sul parquet a 3’42” dal suon della sirena ma gli arbitri sono attivisimmi col fischietto, finisce  così la partita del numero 11, per lui ‘solo’ 9 punti. Nel finale Vitucci richiama i suoi bravi nel seguire le indicazioni del coach e a contenere il divario. EA7 Milano batte Happy Casa Brindisi  72-84.

Brindisi dopo il ko in laguna contro ii campioni d’Italia di Venezia cade con Milano. Gli uomini di coach Vitucci hanno giocato una bella pallacanestro per i primi 18 minuti del match dopodichè la tecnica, esperienza e chili avversari hanno avuto la meglio. Buona la prova di Lydeka (per lui 15 punti e tanta presenza sotto canestro) e di un Mesicek (17 punti) sempre più determinante per la squadra. EA7 ha il merito di schierare un roster di altissimo livello dalla panchina lunga e concreta. Nulla ha potuto Brindisi contro un super Micov (17 punti) e Goudelok (14 punti). Happy Casa resta a 12 punti, EA7 Milano sale a 28 in compagnia di Avellino e Venezia.


Happy Casa Brindisi – EA7 Milano: 72-84

Brindisi: Suggs 13, Tepic 8, Oleka, Smith 7, Mesicek 17, Cardillo, Sirakov, Moore 9, Donzelli, Lydeka 15, Giuri 3, Di Maggio. Coach: Vitucci

Milano: Goudelock 14, Micov 17, Tomba, Pascolo, Kuzminskas 8, Cinciarini 5, Cusin 2, Abass 8, Theodore 12, Bertans 7, Jerrels, Gudaitis 9. Coach: Pianigiani.

Parziali: 25-18, 42-40, 49-60, 72-84.

Orsola TASSO
Giornalista pubblicista dal 2014 e impegnata nel sociale. Collaboratrice per la redazione de Quotidiano Italiano (Lecce-Foggia) dal 2012 al 2014, redattrice di BrindisiCronaca.it dal 2013 al 2015.

Articoli Correlati