BASKET A1/m – Enel Brindisi, Goss guida la rimonta. Lacey regala la vittoria a Sassari

Enel Brindisi cade, si rialza e ricade nel finale. Al PalaSerradimigmi decide Lacey al suon della sirena

enel_brindisi-venezia_106-108-070117-goss-sottomano

Foto: Goss, uno dei più positivi dell'Enel (@SalentoSport/Giannuzzi)

Enel Brindisi perde la sfida al PalaSerradimigni contro Banco Sassari Sardegna 79-78. Fischio di inizio alle 18:15 con Devecchi che apre il match con un tiro dalla lunga, avvio sprint dei padroni di casa 5-0. Brindisi risponde presente con Moore e Joseph dai 6.75 per il primo vantaggio ospite 5-6. I brindisini riescono a trovare soluzioni dalla distanza, azioni fotocopia dall’altra metà del campo per una partita in completo equilibrio. (13-13).
Sacchetti mescola le carte, dentro Samuels per Carter e Goss per Moore ma Sassari con Lawal è devastante sotto canestro complice una difesa avversaria disattenta. Termina il primo periodo 20-18.

Si rientra sul parquet nel segno di Moore mattatore dalla distanza 24-26, i padroni di casa non stano a guardare e bucano la difesa ospite con estrema facilità. Sacchetti richiama i suoi al 5’46” sul risultato di 30-28. Dopo una lunga pausa a causa di un malore che ha colpito uno spettatore sugli spalti si ritorna in campo ed è subito Sassari a dettar gioco volando sul +5 (35-30). Enel tenta di frenare la fuga locale con M’Baye e Scott. Nel finale non sono mancati errori da entrambe le parti. Brindisi ha la possibilità di passare in vantaggio, ma ancora una volta la rimessa nelle mani di Scott non viene sfruttata. Si va alla pausa lunga 34-35.

Lawal prima e Carter dopo per il 38-37, Moore per il vantaggio ma ancora Lawal per la parità. Sassari inizia a punire i biancazzurri e vola sul +14 (54-40) con un tecnico fischiato a M’Baye. Enel scompare dal PalaSerradimigni, Dinamo vola sul +19. Termina il terzo periodo 61-49.

Gli ultimi di gara sono al cardiopalma. Goss prende per mano la squadra e con due triple consecutive suona la carica e da al via ad una rimonta. Moore in versione cecchino sigla il vantaggio a 3’34” dal suon della sirena 70-71. Enel gioca a tutto campo, Dinamo ritrova la via del canestro. M’Baye dalla lunetta fa 0/2 , in una azione confusa si richiede l’intervento dell’instant replay, ma ancora una volta non sorride ai brindisini. Ultimi secondi sono tutti da vivere. Carter fa fallo, Lacey non sbaglia. Il lungo brindisino non firma da sotto canestro ma subisce fallo e dalla lunetta è preciso. 77-78. 4” alla fine del match, Lacey corre per tutto il campo con troppa facilità e al suon della sirena fa esplodere il PalaSerradimigni. Banco Sassari Sardegna batte Enel Basket Brindisi 79-78.

Enel Brindisi dai due volti rischia di portare a casa due punti fondamentali in chiave playoff. Partita equilibrata nei primi due quarti con gli ospiti precisi dalla lunga. Il terzo periodo da dimenticare con Sassari che ha macinato  punti e gioco con Lawal (15pt) e Bell (20 pt). Esperienza di Goss e la grinta di Moore guidano Brindisi sfiorando la vittoria, ma i problemi sono sempre lì, in difesa. Ed è lì che Brindisi perde la decima giornata di ritorno.


Sassari-Brindisi 79-78

Sassari: Pennacchi, Bell 20, Lacey 8, Devecchi 3, D’Ercole, Sacchetti 2, Lydeka 6, Savanovic 7, Stipcevic 4, Lawal 15, Monaldi, Lighty 2. Coach: Pasquini.

Brindisi: Scott 12, Carter 12, Goss 17, Fiusco n.e., Cardillo, Moore 29, Donzelli n.e., M’Baye 4, Samuels 1, Joseph 3, Sgobba n.e., Spanghero. Coach: Sacchetti

Parziali: 20-18, 35-34, 61-49, 79-78

Orsola TASSO
Giornalista pubblicista dal 2014 e impegnata nel sociale. Collaboratrice per la redazione de Quotidiano Italiano (Lecce-Foggia) dal 2012 al 2014, redattrice di BrindisiCronaca.it dal 2013 al 2015

Articoli Correlati