Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

BASKET A2/f – Futura Brindisi, esordio col Napoli. LegaDue tra novità e conferme

(di Orsola TASSO) – La stagione cestistica della serie A2/F è ormai alle porte, tante le novità, in primis il numero di squadre che comporranno il calendario: solo 28 previste e tre promozioni in massima serie rispetto alle due inizialmente proposte. Quattro le formazioni ripescate in A2 (Trieste, Ferrara, Moncalieri e Astro Cagliari) per completare il quadro delle quattro conference da sette squadre.

La Futura Basket Brindisi è una delle new-entry che approda nella serie A2. Un calendario ricco e denso che vedrà sfidare il team di coach Santini squadre dal roster altamente competitivo. La Futura è pronta. Sabato alle ore 20:00 incontrerà al PalaPentassuglia la Saces Dike Napoli, dopodichè un lungo cammino che porterà il gruppo in giro per gran parte dell’ Italia.

Diverse conferme: Nene Diene, Laura Perseu, Linda Manzini, Marzia Tagliamento, si parte dalle giocatrici che lo scorso anno hanno contribuito in modo decisivo al primato, la società, infatti, è al lavoro per perfezionare l’assetto di lancio, quello che saggerà fin da subito la nuova spedizione tecnica. La squadra biancoazzurra è una matricola della nuova serie maggior per cui non ci sta a guardare gli altri e puntando in alto arricchendo proprio il roster con nomi che han già militato nella massima serie.

Sarà Valentina Gatti, classe ’88, il pivot della Futura, ultima stagione a Chieti in A1. E sempre dalla città marchigiana arriva Viola Diodati, play-guardia classe ’91 con trascorsi nel giro della Nazionale under 18. Un concentrato di tecnica e centimetri che quest’anno incrocia anche le strade di Valentina Siccardi,classe ’82, ex Cras Taranto, mix di grinta ed esperienza.

La compagine brindisina è pronta a scommettere come sempre sul settore giovanile, sui talenti che sognano di prender forma e sui formatori disposti a sposare il progetto. Quest’anno i tecnici delle giovanili avranno a disposizione un preparatore atletico, segnale che sottolinea l’attenzione della società verso le nuove generazioni del basket femminile.