BASKET A1/m – EuroCup, Enel Brindisi verso Las Palmas alla ricerca del primo colpaccio europeo

Gran Canaria Arena

Enel Brindisi si rituffa in Europa lontano dal violato, oramai, PalaPentassuglia. Nella prima assoluta casalinga in EuroCup, Enel è stata beffata dai francesi de Le Mans per 65-72. Questa sera gli uomini di coach Bucchi sono chiamati a confrontarsi a Las Palmas con un avversario definito tra i più scomodi e temibili del girone, Herbalife Gran Canaria, formazione a punteggio pieno sia in Europa che in campionato. Momento buio per i biancoazzurri apparsi non solo affaticati ma anche privi di idee. Dopo l’esaltante vittoria al PalaSerradimigni, contro i campioni d’Italia della Dinamo, per l’Enel si è spenta la luce e senza il suo leader, Reynolds stenta a riaccendersi. L’infortunio del play rimane avvolto ancora da una nube di mistero, massimo riserbo sulla data del possibile rientro.

Non brillano i lunghi, Gagic in primis le cui prestazioni sono decisamente al di sotto delle aspettative, non va meglio per Milosevic. Buone le prove di Banks e Harris ma il loro contribuito e sacrificio senza un centro di “peso”risulta vano. Herbalife Gran Canaria è alla sua decima partecipazione in questa competizione, in quella trascorsa ha accarezzato il sogno di alzare la coppa e visti i risultati delle ultime uscite ha tutte le carte in regola per ambire al prestigioso titolo. Ci si aspetta, almeno, una prova di orgoglio dal reparto lunghi ma di fatto di tutta la squadra pugliese. È presto per fare calcoli ma una vittoria, la prima, non solo farebbe morale ma sgancerebbe Brindisi da quello “zero” che la ancora nei bassifondi del girone.

Appuntamento alle 21:15 con direttiva televisiva su TgNorba24 (satellite canale 510, digitale terrestre canale 180) e su EuroSport2 (canale 211 pacchetto Sky, digitale terrestre canale 385 pacchetto Mediaset Premium).

Orsola TASSO
Giornalista pubblicista dal 2014 e impegnata nel sociale. Collaboratrice per la redazione de Quotidiano Italiano (Lecce-Foggia) dal 2012 al 2014, redattrice di BrindisiCronaca.it dal 2013 al 2015.

Articoli Correlati

Lascia un commento