Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

BASKET A1/m – EuroChallenge, Enel saluta sogno europeo. Bucchi: “Usciamo a testa alta”

Gara2 dei quarti di finale di EuroChallenge accende i riflettori sul PalaPalapentassuglia alle 20:45 tra Brindisi e Nanterre che si disfidano dopo 48 ore. Brindisi inizia male 5-0 con Mays che  non trova la retina. Primi punti locali portano la firma di Pullen dalla lunga. Nanterre continua a girare palla con risultati buoni tanto da costringere Bucchi al primo timeout a 4:58 (7-15). A 2’18” i francesi raggiungono il massimo vantaggio (10-20) dopo un’azione da manuale applaudita dal tifo del PalaPentassuglia. Timida ripresa brindisina con 2/2 dalla lunetta ma dal centro campo a 1” dalla fine del primo periodo il numero 24 tenta un tiro impossibile che lascia tutti a bocca aperta: 17-27.
Si riparte con Eric che schiaccia in faccia all’avversario e un Zerini che non ti aspetti portano Brindisi sul -7 (22-29) seguita da una serpentina di Pullem a 7′:20″ (-5).

La partita cambia volto Brindisi è a -2 grazie a Zerini che sigla dalla distanza. Enel non riesce ad agganciare il pareggio a causa di una difesa a tratti pasticciona. A 27” dalla pausa lunga Bucchi chiama sospensione ma a trarre benefici sono i francesi prima con una schiacciata poi passeggiano su una palla persa da Pullen. Terminano i primi 20 minuti sul 33-40. Il terzo periodo si apre con gli ospiti indemoniati trascinati dalla coppia RileyShuler per un allungo di 14 punti. Mays sbaglia sia in difesa che in attacco a credere in una possibile rimonta è Harper che dai 6.75 suona la carica. Pullen subisce fallo e canestro valido. A scader dei dieci minuti Turner spara un tiro dalla lunga: Brindisi è di nuovo in partita: 47-53.

Gli ultimi minuti di gara sono tutti da vivere. A 8′ dalla fine Harper e Pullen portano la loro squadra addirittura in vantaggio 54-53, coach Donnadieu chiama sospensione. La partita è avvincente ma a prender il momentaneo largo è l’Enel: 70-64 a 1’32” dal suon della sirena. Sembrava quasi fatta ma la poca lucidità e la faziosità di alcuni singoli sono un invito a nozze per Weems che dalla lunga non perdona. Una tripla che spezza le gambe ai biancoazzurri in completo blackout nel momento più importante del match. Nanterre è avanti di una sola lunghezza 72-73 quando mancano solo 31″. Pullen perde palla e commette fallo, Campbell fa 2/2, sempre l’ex Barcellona ha ancora lui la palla per il possibile pareggio ma non riesce a muovere la retina. Nanterre espugna il PalaPentassuglia 72-77 e continua la sua avventura in EuroChallenge.

Enel dai due volti, distratta nella prima parte, orgogliosa e ancora sciupona nel finale, saluta così l’avventura in EuroChallenge cedendo il passo contro una gran squadra, Nanterre, atleticamente più forte. Bucchi nel dopo gara: “Abbiamo perso con orgoglio, è stata una partita difficile con alcuni giocatori non al meglio delle condizioni. Usciamo a testa alta, siamo andati oltre alle aspettative. Questa competizione è stata una grandissima esperienza per Brindisi e per tutta la città. Congratulazioni a Nanterre”.

Show CommentsClose Comments

Leave a comment