BASKET A1/m – Enel Brindisi stende Avellino, Bucchi: “Atteggiamento giusto”

enel brindisi applausi ss

Il PalaPentassuglia accende le luci sul posticipo del lunedì tra Enel Brindisi e Sidigas Avellino. Bucchi schiera il solito quintetto, coach Frates risponde con Green, Hanga, Gaines, Harper ed Anosike. Il primo a far illuminare il tabellone è Anosike, Mays fa 1/2 dalla lunetta, reazione Brindisi portandosi avanti di quattro ma gli ospiti dalla distanza accorciano.Bucchi chiama in panca Mays per Zerini adesso è Avellino a dettar gioco avanti di tre ma una serpentina di Denmon tiene Brindisi li. Pullen e James ben protetti dalle leve di Zerini danno spettacolo ma sul fil di sirena dei primi dieci Avellino paraggia. Termina il primo periodo 21-21.A gonfiare la retina ad inizio secondo periodo ci pensano le maglie biancoverdi, immediata la risposta di ‘Zerini seguito da Denmom per il +4 ma Harper non perdona.

A 3:12 Bucchi chiama timeout (29-30) ma ad uscire più forte dalla sospensione è la Sidigas (29-35). Zero da ossigeno ai compagni, adesso è l’allenatore campano a chiamare a se i suoi.Sarà ancora Harper a punire la difesa brindisina per un 33-37 tutto ospite. La ripresa mette in campo una Brindisi diversa con Pullen che riprende a tirare come sa ed è 40-41 a 6:21. Ed è sempre lui che realizza da sotto e subisce fallo(42-43). Frates vede gli irpini in difficoltà e chiama sospensione. Avellino approfitta delle dormite di Brindisi e si porta sul +5. (42-47).Brindisi operaia acciuffa pareggio e sorpasso a 2’57” con James che fa 2/2 dall lunetta.Denmon carica l’ambiente e porta i suoi sul + 8 a 48” dalla fine del terzo periodo. Finisce il periodo 56-49.

Gli ultimi dieci di gara si aprono con Avellino guerriera che si porta sul -3 (58-55). Bucchi rimanda in campo Pullen e Denmom. Brindisi gioca bene, buona circolazione di palla e i muri della difesa (James-Mays) negano una possibile rimonta agli avversari. A 5’39” dal termine Mays schiaccia per il 65-57. Pullen sigla il +10 e va in lunetta realizzando il suo ventesimo punto della serata.Da ora in poi ci saranno solo le casacche biancoazzurre in campo con il duo Pullen-Denmon indiavolato. C’è gloria anche per i giovanissimi Altavilla e Pacifico, quest’ultimo servito dal nuovo entrato con soddisfazione sigla due punti che decreteranno la fine del match. Enel Brindisi batte Avellino 81-67.

Enel ritorna alla vittoria, lo fa con orgoglio. Una vittoria che ha la firma del quintetto titolare dove Denmon e Pullen sono protagonisti indiscussi con rispettivamente 26 e 23 punti. Buono anche il contributo della panchina con Zerini fondamentale in difesa seguito da un Cornoouh e Harper non premiati dai punti ma autori di un lavoro importantissimo dietro. Bucchi ha il volto più rilassato, contento sia per il risultato che per l’atteggiamento messo in campo dai suoi. “Abbiamo avuto il giusto approccio alla gara che ci ha dato slancio e fiducia. Pero’ questa sera avevamo la testa attaccata alle gambe. Contro avevamo una squadra di talento che non era venuta in vacanza”. Pullen questa sera finalmente una buona gara con 23 punti e buone percentuali. “Pullen sapeva di aver giocato due brutte gare – ammette Bucchi. È un ragazzo orgoglioso che pero’ decide lui come e quando reagire. A volte ha cali di tensione. Quando però hai le due guardie che fanno insieme quasi cinquanta punti il tutto diventa più facile”.

***

I TABELLINI

Brindisi-Avellino 81-67

Brindisi: Pullen 23, Harper, Pacifico 2, James 6, Bulleri, Cournooh, Altavilla, Denmon 26, Zerini 9, Turner 2, Mays 13, Eric. All. Bucchi
Avellino: Anosike 10, Gaines 5, Green, Hanga 13, Banks 8, Cavaliero 9, Cortese, Morgillo, Trasolini 4, Severini, Lechthaler, Harper 15. All. Frates
Parziali: 21-21, 33-37, 56-49, 81-67

Orsola TASSO
Giornalista pubblicista dal 2014 e impegnata nel sociale. Collaboratrice per la redazione de Quotidiano Italiano (Lecce-Foggia) dal 2012 al 2014, redattrice di BrindisiCronaca.it dal 2013 al 2015.

Articoli Correlati

Lascia un commento