Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

BASKET A1/m – Bucchi in lacrime in sala stampa: “La più bella stagione da quando sono allenatore”

Al termine della gara Enel Brindisi-Banco di Sardegna Sassari vi è stata la consueta conferenza stampa dei due coach. Sacchetti, contento e soddisfatto del risultato portato a casa, fa i complimenti ai suoi ragazzi e alla squadra dell’Enel.

È il momento del presidente Nando Marino orgoglioso della sua società, della prestazione del suo team, di quanto di buono sia stato fatto nel corso del campionato elogiando mister, ragazzi e tutto lo staff. Prendendo come modello Sassari, sottolinea che Brindisi ha un progetto da seguire e mentre si spengono i riflettori sul parquet si accendono insistenti quelli sul mercato. È il momento del coach, Piero Bucchi. Accolto da un caloroso applauso in sala stampa, ancora più forte vista l’evidente commozione. Non riesce a parlare, troppa emozione, troppa tensione accomulata. A rompere il silenzio, l’intervento di Marino, sollecitato dalla moglie. Finalmente riesce a fatica ad esprimere ciò che prova. “Amore, passione” sono queste le parole ripetute più volte dal coach. Ringrazia i suoi giocatori, ragazzi che han dato il massimo, più di quello che potevano, rimarcando episodi come l’infortunio di Bulleri, avvenuto il 2 febbraio che ha purtroppo rotto gli equilibri ma i suoi hanno continuato a lavorare dando il 100%. La stagione più bella da quando veste la divisa da allenatore, dove il frutto di tanto lavoro alla fine ha pagato.

È tempo di ringraziamenti, si parte dalla famiglia, il figlio Enrico in lacrime anche lui, la società, i suoi ragazzi, un gruppo fantastico , i giornalisti e il pubblico, che è stato sempre vicino ai suoi. Il coach si toglie qualche sassolino dalla scarpa criticando i 500 non presenti a gara3 perché si son persi una bellissima gara dove le due parole chiave “Amore e passione” sono state le protagoniste non solo della serata ma di un intero campionato.