CASARANO – Archiviata la pratica Corato-bis. E ora la finale di Coppa Italia

Il Casarano vince al termine di una gara avara di emozioni. Decide un colpo di testa di Di Rito al 56'. Rescio espulso nei minuti finali ma il Corato non ne approfitta. Giovedì la finale di ritorno, sempre al "Capozza", sempre contro i neroverdi

casarano-corato-100219 g garofalo

Foto: la gioia dei rossazzurri a fine gara (©G. Garofalo)

Due su due. Il Casarano batte nuovamente il Corato (già superato pochi giorni fa nella finale d’andata di Coppa Italia) e archivia anche questa domenica, mantenendo nove punti di distacco dal Brindisi.

I baresi iniziano con il baricentro alto, palesando l’intenzione di voler fare propria l’intera posta in palio, ma la prima occasione è di marca rossoazzurra. Al 12’ Turay dalla sinistra mette al centro per Di Rito, che fa da sponda per l’accorrente Presicce, il quale manda la sfera direttamente tra le braccia di Cilli. Al 23’ calcio di punizione dal limite per il Casarano. Batte Presicce, ma ancora una volta, l’estremo difensore ospite non ha problemi a bloccare la sfera. Al 37’ il Corato cerca la sortita per vie centrali. Sguera parte da centrocampo, giunge al limite e calcia in direzione di Grasso, ma la conclusione è debole e non impensierisce il portiere del Casarano. Si va negli spogliatoi sul parziale di 0-0, al termine di un primo tempo avaro di emozioni.

Anche la ripresa si apre con gli ospiti in avanti. Al 51’ calcio di punizione dai 25 metri per il Corato. Si incarica di battere Schirone, che sfiora la traversa. Pronta e letale la reazione del Casarano. Al 56’ Presicce, dalla sinistra, pennella un ottimo pallone per Di Rito che di testa deposita in rete. Al 58’ i padroni di casa ci riprovano con Touray che si accentra e calcia in porta, ma Cilli blocca in tuffo. Al 65’ il Casarano sfiora il raddoppio con Caputo che sugli sviluppi di un calcio di punizione colpisce la traversa. I padroni di casa continuano a spingere. Al 76’ Cianci cerca di scavalcare con una zampata l’estremo difensore in uscita, la traiettoria è di poco fuori misura. Al 78’ conclusione a giro dalla distanza in direzione dell’incrocio dei pali del neo entrato Agodirin. La palla si spegne di poco sul fondo. Al 89’ il Casarano rimane in dieci: rosso diretto per Rescio per gioco pericoloso. Nei minuti di recupero, il Corato cerca di approfittare della superiorità numerica, ma senza riuscirci.

Il Casarano si aggiudica l’intera posta in palio e si proietta nel migliore dei modi verso la gara di ritorno della finale di Coppa Italia, in programma per giovedì prossimo, ancora una volta al “Capozza”, ancora una volta contro il Corato.


Casarano, stadio “G. Capozza”
domenica, 10 febbraio 2019, ore 15
Eccellenza Puglia 2018/19 – 22a giornata

CASARANO-CORATO 1-0
RETI: 56’ Di Rito

CASARANO: Grasso, Diaoulà, Dall’Oglio, Esposito (72’ Vicedomini), D’Aiello, Touray (59’ Cianci), Palmisano, Rescio, Di Rito (70’ Agodirin), Presicce (76’ Mincica), Caputo (70’ Bonasia). In panchina: Iuliano, Lobjanidze, Cappilli, Carrano. All. P. De Candia.

CORATO: Cilli, Monteduro, Schirone (68’ Cannone), D’Arcante (81’ Della Penna), Colangione, Altares (46’ Asselti), Piarulli, Bonavitacola (68’ Santoro), Stefanini (63’ Ciriolo), Sguera, Morra. In panchina: D’Angelo, Belluoccio, Marcellino, Matera. All. C. Piccareta.

ARBITRO: Matteo Ceresini di Lodi (Giampiero Salvemini e Fabio Cantatore di Molfetta).

NOTE: Temperatura 14°, cielo sereno, terreno in buone condizioni. Ammoniti: 22’ Monteduro (Cor), 42’ Touray (Cas), 53’ Presicce (Cas), 58’ Morra (Cor), 64’ Asselti (Cor). Espulsi: 89’ Rescio (Cas) per gioco pericoloso. Recupero: pt 1’; st 5’. Spettatori: 1.200 circa.

Articoli Correlati