Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

in foto: M. Oliva
copyright: Coribello/SalentoSport

UGENTO – Oliva: “Serie D dura ed emozionante ma ci divertiremo anche l’anno prossimo”

Il riconfermato Mimmo Oliva ha già le idee chiare per la prossima stagione, la prima – sia per lui, sia l’Ugento Calcio – in Serie D. Il binomio Oliva-Ugento ormai è storia della comunità ugentina.

“Sì, effettivamente è stata scritta la storia a Ugento e questo traguardo voglio condividerlo con tutti i tesserati dell’Ugento Calcio, tutti i tifosi e tutta la città di Ugento. Ora si parte da una categoria diversa ovviamente con obiettivi molto diversi perché ci troveremo in un campionato nazionale e in uno dei gironi più difficili come il girone H. Ovviamente dobbiamo essere bravi a difendere coi denti e a tenerci stretto ciò che abbiamo guadagnato quest’anno”. 

Qual è il ricordo più bello della stagione appena conclusa?

“Il ricordo più bello ovviamente è stata la finale vinta a Francavilla Fontana contro il Bisceglie. Per me personalmente è stata una una doppia gioia vincere il campionato e vincerlo nella mia città nativa. La cosa più emozionante è stato veder piangere tanta gente di Ugento. In quel momento abbiamo capito di aver fatto una cosa incredibile“. 

La squadra sarà rivoluzionata oppure secondo te si può provare a mantenere l’ossatura della squadra di quest’anno?

“Cercheremo di tenere l’ossatura dell’anno scorso. Ovviamente, chi rimarrà dovrà avere le stesse motivazioni dell’anno scorso. Insieme alla società vogliamo continuare con questo gruppo, loro devono continuare con la stessa fame. Certo, il campionato è diverso quindi si andrà sul mercato a migliorare questa squadra con tre o quattro acquisti mirati”.

Un commento sulla figura di Vadacca, tuo compagno di squadra al Casarano negli anni della Serie C.

Vadacca è un grande amico, siamo cresciuti insieme dal settore giovanile del Casarano fino alla C1. Sono contentissimo per lui e sono convinto che farà molto bene è un professionista esemplare. Con questo ne approfitto per salutare Massimo Alemanno che mi ha fatto vivere una stagione meravigliosa con la sua professionalità con la sua bravura e con la sua generosità gli faccio un grossissimo in bocca al lupo”.

Sarà la tua prima stagione da allenatore in Serie D.

“Sì da allenatore sarà la mia prima stagione in Serie D sicuramente sarà emozionante però so che sarà dura ma sicuramente ci divertiremo pure l’anno prossimo”.