ECCELLENZA – Gallipoli protagonista, Novoli irriconoscibile e Aradeo perforato: il punto

Prova d'orgoglio per l'Otranto, boccata d'ossigeno per il Galatina e Casarano che perde l'imbattibilità esterna

gallipoli-coribello

Foto: ©M. Coribello

Come la matematica, anche il calcio è fatto di variabili e costanti. La costante del campionato di Eccellenza si chiama Gallipoli. Che soffre contro il Vieste e vince in rimonta, ma quel che più conta è che porta a casa la settima vittoria in una prima parte di stagione vissuta fino a ora da protagonista. Le due reti rifilate ai foggiani consentono ai giallorossi di mister Villa di agganciare il Fasano al primo posto dell’attacco più prolifico, con ventuno reti. Le squadre che hanno segnato di meno sono Barletta e Aradeo, cinque i gol all’attivo. Aradeo che detiene anche il triste record della difesa più perforata, con diciassette reti subite, al pari del Novoli. Un Novoli irriconoscibile, che perde la quarta partita nelle ultime cinque gare (e domenica al “Cezzi” arriva il Bitonto), consentendo al Barletta di cancellare, finalmente, lo zero dalla casella delle vittorie.

Prima vittoria in campionato anche per il Bisceglie, che fa cadere l’imbattibilità esterna del Casarano. Paradossalmente, le Serpi fanno più fatica al “Capozza”, dove sono arrivati solo sei dei diciassette punti complessivi. Si allontana la vetta per i rossazzurri, che quanto meno possono consolarsi con il dato relativo alla difesa: con cinque reti incassate è la meno battuta. Il Gallo chiama, il Bitonto risponde. Una prova di forza eccezionale per Manzari e compagni, che asfaltano il Trani e si pongono come seria interlocutrice per la lotta al campionato. Per la quale, invece, al momento, la Vigor sembra essere una candidata meno affidabile, considerate le alterne fortune dell’ultimo periodo. È, comunque, significativo, che il Trani abbia perso contro tutt’e due le capoliste. L’altra faccia di Bitonto si chiama Omnia, vittoria risicata ad Aradeo. Ma tant’è, sono punti in cascina che permettono di non arrivare con un handicap eccessivo a dicembre. Anche se, dal punto di vista della rosa, da riparare c’è ben poco, visto l’organico a disposizione.

Frenano il Fasano e l’Avetrana, ma sono sempre lì, a tallonare le due battistrada. E domenica prossima, il match clou di giornata vedrà coinvolta proprio la squadra di mister Laterza sul campo del Trani. Contro i brindisini è arrivato il moto d’orgoglio dell’Otranto, che risponde, con un pareggio, a una settimana piuttosto difficile, a seguito delle note vicende legate alle decisioni del giudice sportivo. Boccata d’ossigeno per il Galatina, che ritorna a vincere dopo sei turni di astinenza e cinque ko consecutivi. La sconfitta subita al “Pippi Specchia” sa quasi di resa, in ottica campionato, per il Corato.

Articoli Correlati