LECCE – Moriero a tutto campo: “Giacomazzi? Mia reponsabilità, è Miccoli il leader. Mercato? Soddisfatto, ma…”

A pochi giorni dalla fine del ritiro, Francesco Moriero parla ai microfoni del Nuovo Quotidiano di Puglia, toccando vari argomenti. Inevitabile partire dal caso del giorno: “Non so cosa decida di fare Giacomazzi. Io lo considero un grande giocatore e affidando la fascia di capitano a Miccoli non volevo offendere nessuno. È stata una mia scelta e me ne assumo la responsabilità”.

Il perché della scelta Miccoli: “Fabrizio ha entusiasmo da vendere, sin dal primo giorno si è messo a disposizione dei compagni senza far pesare il suo passato di bomber del massimo campiona italiano. Si è calato nella nostra realtà con grande umiltà. Mi piace il suo modo di stare in gruppo e l’impegno con il quale affronta anche le partitelle, senza mai tirare indietro la gamba. Per tutte queste ragioni ho ritenuto giusto affidargli la fascia di capitano, è Miccoli il leader del Lecce”.

Il 4-2-3-1 è il modulo con cui si affronterà la stagione: “Si tratta di un modulo che mi appassiona da sempre e penso che questo gruppo abbia le caratteristiche giuste per poterlo mettere in pratica con buoni risultati. Ciò non toglie che sono disposto a correggere in corsa qualora fosse necessario, non sono un allenatore che si focalizza su un modulo di gioco. Abbiamo provato anche il 4-4-2, ma il 4-2-3-1 è la base per sviluppare altri modi di stare in campo sempre in maniera equilibrata”.

Capitolo mercato: “Sono soddisfatto. Molto è stato fatto e altro resta da fare, visto che abbiamo carenza in mezzo al campo. Posso dire con soddisfazione che la proprietà finora ha assecondato tutte le mie scelte, portando in tutti casi delle prime scelte. L’ultimo regalo è stato Bellazzini, un ragazzo che seguivo da tempo che pur di giocare a Lecce ha rinunciato a offerte importanti dalla Serie B. Ciò significa che ha voglia di mettersi in discussione, perché, come ho sempre detto, l’undici titolare sarà sempre frutto del lavoro sul campo durante la settimana. Per me età e curriculum non contano, per giocare bisogna lavorare sodo ogni giorno e mettersi a disposizione del gruppo”.

Chi l’ha stupito di più: “Premesso che ho trovato grandi disponibilità di tutti, devo dire che mi hanno colpito due giovani Luigi Falcone e Sebastian Luperto. Quest’ultimo è un difensore centrale che già negli Allievi mi aveva fatto una buona impressione. L’ho voluto con me in ritiro e sta rispondendo bene. Stesso discorso vale per Falcone, che a mio parere ha grandi margini di crescita. So che lo vogliono club di B e sarei ben felice se restasse con noi”.

Ultima battuta su Rullo: Si sta allenando tantissimo, sa che lo stiamo valutando e sta facendo il possibile per fare bene. È sulla buona strada, ma come da programmi faremo le necessarie valutazioni con i dirigenti”.

Redazione SALENTOSPORT
Nata il 23 agosto 2010. Vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone. Eletta "miglior testata giornalistica sportiva salentina" nelle edizioni 2017 e 2018 del "Gran Premio Giovanissimi del Salento". Presente al "FiGiLo" (Festival del Giornalismo Locale) nell'edizione 2018.
https://www.salentosport.net

Articoli Correlati