Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

NARDÒ – Marolda: “Ho sempre seguito il Toro. Sono pronto a segnare e a sacrificarmi”

Tommaso Marolda è il punto fermo dell’attacco del Nardò“Preferisco attaccare la profondità – dichiara il 35enne di Venosa – ma negli ultimi anni sono migliorato anche nel gioco corto e se c’è bisogno di dare una mano alla difesa sono pronto a sacrificarmi. Nardò è una piazza che ho sempre seguito, è un ambiente caldo ed esigente che ti stimola a dare quel qualcosa in più e questo è stato il motivo principale della mia scelta. Prima di firmare, inoltre, mi sono informato e tutti mi hanno parlato di una società seria e organizzata, aspetti dei quali ho avuto riscontro”.

Marolda è reduce da una stagione prolifica con l’Olympia Agnonese: “L’anno scorso ho segnato 16 gol senza nessun rigore, non sono mai stato un rigorista, anche se non mi tirerei indietro davanti al dischetto. La cosa più importante però p che le reti siano importanti per la squadra e per la classifica, posso segnarne anche qualcuno in meno purché siano fondamentali”.

Sul ritiro di Norcia: “Abbiamo lavorato bene, siamo in una fase di carico e quindi è normale fare fatica. Personalmente sto bene sia a livello mentale che fisico. Ho visto una squadra predisposta a lavorare. Alcuni dei miei compagni li conoscevo, con altri ci ho giocato insieme, con questo gruppo si può far bene. Mister Maragliulo è una bella persona, aperta e disponibile ed è anche un bravo allenatore. I risultati nelle stagioni precedenti lo dimostrano ma ne sto avendo conferma giorno dopo giorno sul campo. Il girone H resta sempre uno dei più difficili con squadre attrezzate. Ogni partita – conclude Marolda – sarà difficile ma noi diremo la nostra”.