Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

[ESCLUSIVA SS] RACALE ALLISTE – Big-match col Guagnano, Stanca: “Spero in una vittoria, anche di misura…”

Il big-match dell’ultima giornata d’andata del girone C di Prima Categoria sarà, senza alcun dubbio, quello che vedrà opposte il Racale/Alliste e il Guagnano al Basurto di Racale domenica prossima. Entrambe le compagini guidano la classifica con 32 punti dopo 16 giornate. Il presidente del Racale/Alliste Ilvo Stanca fa il quadro della situazione in casa propria a tre giorni dalla grande sfida che varrà una grossa fetta di promozione diretta nel torneo di Promozione.

Presidente, dopo un avvio fulminante e una pausa nella fase centrale del girone d’andata sono arrivate la sconfitta di Uggiano e qualche pareggio di troppo. Poi, due vittorie consecutive nelle ultime due gare. Come ci arriva il Racale/Alliste allo scontro diretto col Guagnano?

“Effettivamente abbiamo avuto un periodo d’appannamento nella fase centrale del girone, anche se sul campo la squadra si è comportata molto bene. Alcuni episodi hanno contribuito alla mancata vittoria interna nelle gare contro Ugento e Porto Cesareo, entrambe pareggiate giocando a lungo in doppia inferiorità numerica, e, quindi, entrambe valgono come due vittorie. Poi il big-match col Copertino con la formazione rossoverde che ha pareggiato solo al 93′ con una punizione magistrale di Eugenio Renis, quando, sino a quel momento, il nostro portiere non era mai stato seriamente impegnato. Ora la squadra sta tornando a vincere, sta giocando bene ed è definita da tutti ‘la più forte del girone’. Abbiamo rinforzato la rosa con un innesto di grande esperienza come quello di Tartaglia, la ciliegina sulla torta del mercato di dicembre. Forse ci servirebbe un attaccante che possa dare una mano a Cresta ma dovremmo rimanere così sino alla fine del campionato, sperando, con un pizzico di fortuna, di raggiungere la vittoria finale”.

Cosa conosce del Guagnano? Quali i loro punti di forza?

“È una squadra costruita bene nel corso degli anni. L’anno scorso da matricola ha fatto benissimo, così come quest’anno, grazie anche ad un bravissimo allenatore come mister Leone e ad un grande difensore come capitan Ricciato, che, per nostra fortuna, domenica non ci sarà in quanto squalificato. È una squadra tosta, in testa quasi sin dall’inizio del campionato. Non riusciamo a spiegarci l’ultimo loro periodo di appannamento che ci ha permesso di agganciarli. Il turno di riposo, per loro, è arrivato al momento giusto e ciò avrà senz’altro permesso a mister Leone di trovare dei giusti rimedi”.

Qual è la situazione in casa Racale/Alliste?

“Abbiamo superato alla grande la difficile trasferta di Sanarica, pur avendo più d’un calciatore fermo per influenza. Anche Zilli, che domenica scorsa si è accomodato in panchina perchè debilitato dalla febbre, ha recuperato”.

Domanda off-topic, ma nemmeno tanto. Cosa ne pensa degli ultimi episodi di violenza che stanno caratterizzando il calcio dilettantistico salentino?

“Sono molto rammaricato per quanto successo la scorsa settimana ad Ugento. Capisco il dispiacere della dirigenza ugentina e del loro presidente De Nuzzo, lui sa meglio di me quali sono i sacrifici finanziari e personali che occorrono per guidare una squadra dilettantistica di questa categoria. Bisognerebbe trovare delle accortezze maggiori, forse il campo di Ugento, per via di problemi organizzativi, non era preparato ad accogliere una tifoseria abbastanza numerosa e un po’ suscettibile come quella dello Scorrano. Per quanto ci riguarda, la maggior parte delle nostre partite si è svolta in tranquillità. Siamo ospitali con i nostri avversari e riceviamo lo stesso trattamento quando andiamo in trasferta. Peccato, perché il Giudice sportivo potrebbe penalizzare tantissimo sia Ugento che Scorrano per via di quegli incidenti”.

Un pronostico e un appello alla sua tifoseria.

“Il cuore mi dice vittoria, che sarebbe ben accetta anche con un risultato striminzito. Se così non sarà ci accontenteremo di condividere, ancora per una giornata, la vetta della classifica con il Guagnano che in caso di risultato positivo dimostrerebbe di aver superato il periodo critico. Sono contento della buona affluenza dei nostri tifosi allo stadio, ringrazio anche quelli che vengono in trasferta, in particolare quelli di Alliste che ci sono vicini nonostante la squadra non rappresenti più, in via esclusiva, la loro cittadina. Mi auguro una giornata mite e una grossa partecipazione di pubblico, sia i nostri ragazzi, sia noi come dirigenza, ce lo stiamo meritando per il grande lavoro fatto sinora e che faremo sino a fine stagione”.