GALATINA – Pro Italia, fuori tutti! Il dg Margiotta: “Pagina triste per il calcio pugliese…”

"La società ha deciso di onorare il campionato mandando in campo, da ora fino al termine della stagione, un buon gruppo formato da ragazzi provenienti dal settore giovanile. Siamo davvero amareggiati, inoltre tutto ciò è accaduto nell’anno del centenario del Galatina"

margiotta

Tante, troppe difficoltà per continuare ad andare avanti. Su tutte, la mancanza di uno stadio, una casa dove potersi allenare e di cui fare il proprio fortino. Il Galatina getta la spugna. La decisione è ormai irrevocabile. Il presidente e la dirigenza della Pro Italia hanno deciso, prima della chiusura del mercato invernale, di svincolare tutti gli atleti, mister Salvadore e lo staff tecnico, facendosi da parte a loro volta. Delusione ed amarezza trapelano dalle parole dell’ormai ex direttore generale Diego Margiotta. “È una pagina molto triste per il calcio pugliese”, è il commento laconico del dirigente.

Che ricorda l’excursus di una stagione nata sotto una cattiva stella: “La società era riuscita a costruire una squadra in grado di ben figurare in un torneo sempre complesso come l’Eccellenza e di poter ottenere una tranquilla salvezza. Due giorni prima dell’inizio ufficiale di questa annata sono iniziati i problemi, con la chiusura del Pippi Specchia, il nostro stadio, e di altre strutture sportive di Galatina. Da qui, l’obbligo di diventare dei migranti, per allenamenti e partite, costretti ad individuare dei campi disponibili in altri comuni e, di conseguenza, dovendo farci carico degli ulteriori sforzi economici ed organizzativi necessari. Anche per i calciatori non è stata una situazione facile da gestire, soprattutto a livello mentale”.

Il Galatina, tuttavia, non scomparirà dai radar del massimo torneo regionale. “La società ha deciso di onorare il campionato – spiega Margiottamandando in campo, da ora fino al termine della stagione, un buon gruppo formato da ragazzi provenienti dal settore giovanile. Siamo davvero amareggiati, inoltre tutto ciò è accaduto nell’anno del centenario del Galatina”.

“Il presidente e la dirigenza tutta – conclude Margiottaci tengono a ringraziare i calciatori e tutti gli addetti ai lavori che si sono spesi con grande sacrificio e massimo impegno fino alla fine, sperando che in qualche modo lo stato delle cose si potesse sistemare”.

Luigi ALEMANNO
Giornalista pubblicista dal 2011, vicedirettore di SalentoSport.net. Responsabile della redazione sportiva di Teleonda dal 2009 al 2012, corrispondente per Piazzasalento dal Comune di Gallipoli dal 2012 al 2014, responsabile della comunicazione per la S.S.D. Gallipoli Football 1909 Srl dal 2012 al 2015.

Articoli Correlati