LECCE – Tim Cup, a Pordenone con due defezioni. Rizzo: “Turchetta? Lo avrei tenuto tutta la vita…”. I convocati

Il tecnico giallorosso parla della gara di domani: "Il Pordenone ha una buona intelaiatura a cui ha aggiunto elementi importanti. Sono arrivati alle final four di Firenze, qualcosa vorrà dire"

rizzo-roberto-lecce

Foto: Roberto Rizzo

Fonte: uslecce.it |

Vigilia di Tim Cup in casa Lecce. Alle porte c’è la sfida di domani sera, alle ore 20.30, sul campo del Pordenone, valida per il terzo turno della manifestazione. Chi passerà affronterà Cagliari o Palermo a novembre.

Questi i convocati da mister Roberto Rizzo (mancano gli indisponibili Costa Ferreira, Pacilli e Turchetta, out per motivi burocratici il nuovo arrivato Armellino):

PORTIERI – Chironi, Perucchini, Vicino;
DIFENSORI – Ciancio, Cosenza, Di Matteo, Drudi, Gambardella, Marino, Riccardi, Valeri;
CENTROCAMPISTI – Arrigoni, Lepore, Mancosu, Megelaitis, Monaco, Tsonev;
ATTACCANTI – Caturano, Di Piazza, Torromino

Questi alcuni passi della conferenza stampa odierna dell’allenatore giallorosso: “Questo è un periodo in cui cerchiamo il miglioramento fisico complessivo, ma anche i risultati ci aiutano a crescere. La vittoria di Vercelli ci ha dato ancor più forza, coraggio e autostima. I nuovi arrivati? Non credevano si integrassero così, subito e bene. Ci manca ancora qualche minuto nelle gambe per arrivare in fondo alle partite, ma questo è un problema di stagione. La priorità è il campionato ma onoreremo qualsiasi tipo di gara. Il Pordenone? Hanno una buona intelaiatura, frutto di tante stagioni di lavoro. A ciò ci hanno aggiunto calciatori di valore come Gerardi, Burrai e Parodi, sono una buona squadra e sono arrivati anche alle final four di Firenze lo scorso anno. Qualcosa vorrà dire”.

Sul nuovo acquisto Armellino e sul caso Turchetta:Armellino va a completare un reparto già forte di per sé. Abbiamo un’alternativa in Arrigoni, giocatore estremamente duttile che ci consentirà di rinforzare un reparto in cui non c’erano alternative. Pacilli? Ha avuto una distorsione che lo terrà fermo una decina di giorni. Ma ha già cominciato a lavorare sulla cyclette. Costa Ferreira, invece, ha tirato la carretta più di tutti ed è affaticato. Lo terremo a riposo e lo rivedremo dopo Ferragosto. Turchetta? Ho parlato con lui, inutile ribadire stima e affetto per questo calciatore, è ancora un giocatore del Lecce, in altre circostanze lo avrei tenuto tutta la vita. Se dovesse andare via, provvederemo con un under. Ma non si può prendere uno così, a caso”.

Redazione SS
Premiata come miglior testata giornalistica salentina nella prima edizione del "Gran Premio Giovanissimi del Salento" di Neviano, organizzato dalla redazione della testata on-line giovanissimidelsalento.com.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati