LECCE – Salta anche Gucher, ma Meluso vuole fare il colpo. Per la regia nomi da capogiro

Il centrocampista austriaco ha scelto Pisa. Ora i giallorossi devono accelerare per coprire quanto prima un ruolo fondamentale nello scacchiere tattico di mister Rizzo

Andrea-Lazzari

Foto: Andrea Lazzari

Dopo Anthony Taugourdeau, un altro regista sceglie un’altra strada rispetto a quella che porta a Lecce. Così come fatto circa dieci giorni fa dal francese ex Piacenza (accasatosi al Trapani), anche Robert Gucher, svincolato ex Frosinone e Vicenza, ha preferito optare per un altro lido, diverso da quello del capoluogo salentino. Nella fattispecie, l’austriaco ha scelto il Pisa, la cui offerta non era certamente superiore a quella formulata da Via Costadura, probabilmente per una questione ambientale, visto che già in gennaio il centrocampista aveva lasciato Frosinone preferendo Vicenza ad Avellino, evitando dunque ancora una piazza del caldo sud dove non ha mai giocato nella sua carriera. Il tutto complica le strategie di mercato di Mauro Meluso, che Gucher (sua prima scelta) lo aveva già avuto a Frosinone e che ora dovrà proseguire la ricerca per accaparrarsi un nuovo regista di qualità.

Una cosa, infatti, appare certa. I giallorossi hanno deciso di non puntare nuovamente su Arrigoni, dato di conseguenza in uscita, andando così alla ricerca di un elemento che possa far impennare la qualità davanti alla difesa, per costituire assieme a Costa Ferreira e Mancosu una mediana di valore assoluto. Ecco perché Meluso, persi Taugourdeau e Gucher, non vuole assolutamente abbassare le proprie pretese, e continua a puntare su nomi da capogiro per il ruolo di regista. L’obiettivo primario resta Cristian Ledesma. L’ex capitano e stella del Lecce che impressionò tutta la Serie A a metà anni Duemila è ancora in trattativa, e la mancata finalizzazione dell’operazione-Gucher potrebbero spingerlo inesorabilmente al matrimonio-bis con i colori giallorossi.

L’esperto centrocampista cresciuto in Patagonia non è però l’unico big nel mirino del Lecce. Da qualche giorno è giunto infatti alla ribalta il nome di Marco Armellino, padrone del centrocampo del Matera divenuto uno degli obiettivi di Meluso. Nella città dei Sassi non sono però intenzionati a rinforzare una rivale, e lo scenario potrebbe mutare solo di fronte a una proposta indecente. Tale possibilità potrebbe verificarsi solo in caso di cessione di Doumbia alla Salernitana (eventualità tutt’altro che irrealizzabile) che porterebbe nelle casse del club giallorosso, tra proventi della cessione e ingaggio risparmiato, circa mezzo milione di euro, di cui una buona parte potrebbero essere reinvestiti sull’unico ruolo mancante per completare l’undici ideale di mister Rizzo. Sono fresche di giornata, infine, due suggestioni legate all’acquisto di un centrocampista di categoria superiore, probabilmente ancor più rispetto ai big già citati. Secondo alcune indiscrezioni, il Lecce sarebbe infatti piombato su Andrea Lazzari e Federico Signori, elementi di qualità capaci di giocare in qualsiasi posizione del centrocampo, dalla regia, alla mezzala, alla trequarti. Entrambi sono retrocessi in Serie C nella passata stagione, il 32enne Lazzari con il Pisa e il 29enne Signori con il Vicenza, prima di svincolarsi. Ed entrambi sono alla ricerca di un progetto serio, di una piazza importante, che li potrebbe anche convincere a scendere di categoria. Chissà che questa non possa essere proprio Lecce.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già redattore de Il Giornale di Puglia, Tagpress e, dal 2013, di SalentoSport.net.

Articoli Correlati