LECCE – L’orgoglio di Liverani: “Vinto soffrendo, da grande squadra. Il campionato non finisce certo oggi”

"Le giocate di Perucchini e Mancosu hanno esaltato il gruppo. E potevamo chiuderla prima"

Foto: Fabio Liverani (©Salentosport.net)

Per lui in panchina, come per gli undici in campo, quella del XXI Settembre di Matera non è stata certo una passeggiata di salute. Alla fine dei giochi però Fabio Liverani ha potuto gioire dell’importantissima vittoria del suo Lecce, ora a +4 sulle inseguitrici.

Nel dopogara mister Liverani ha così analizzato il match: “Gare del genere sono equilibrate e tirate fino all’ultimo, per questo emotivamente molto coinvolgenti. Abbiamo creato tanto e sofferto in apertura e nel finale, e in alcuni frangenti Perucchini è stato decisivo. Ci sta, quando i match sono così tirati, che un gol sposti gli equilibri. Peccato solo per la troppa sofferenza finale perché abbiamo avuto diverse occasioni per chiudere i conti prima. Affrontavamo una squadra in salute e questa è stata la vittoria del gruppo, del sacrificio e della qualità, motivi per cui sono orgoglioso dei miei ragazzi. Mancosu? Si è ripreso ciò che la traversa gli aveva tolto sabato scorso, e assieme a Perucchini ha esaltato la compattezza del gruppo. Riccardi ha fatto una grande partita, all’esordio contro una big del campionato. È cresciuto molto, peccando solo di inesperienza in occasione dell’ammonizione. E’ stato un sabato molto importante per noi, ma il campionato non finisce certo oggi. Le polemiche degli avversari sugli arbitri? Sono problemi loro, ma al netto di eventuali errori che non ho visto, oggi parlare della direzione di gara è quanto meno riduttivo”.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già redattore de Il Giornale di Puglia, Tagpress e, dal 2013, di SalentoSport.net.

Articoli Correlati