LECCE – Obodo è ottimista: “La salvezza? Possiamo farcela”

Un'altra sconfitta, tanta delusione e un'evidente voglia di rifarsi. Il sesto k.o. casalingo stagionale di sabato scorso al "Via del Mare" contro la Lazio ha lasciato l'amaro in bocca in Christian Udubuesi Obodo e in casa Lecce, ma resta la soddisfazione per la bella prestazione che fa ben sperare in vista delle prossime partite di campionato, a partire dalla delicata trasferta di domenica prossima in casa del Parma.

"PAPA' " COSMI – "E' l'allenatore che più di tutti mi conosce meglio e che mi ha visto crescere avendomi avuto anche al Perugia . Naturalmente sono molto dispiaciuto che sia andato via Di Francesco perché mi ha aiutato tanto ad inserirmi nel gruppo, ma sono felice che sia arrivato Cosmi. Il mister negli anni in cui siamo stati assieme mi ha sempre dato fiducia, mi ha aiutato molto e penso che il suo arrivo abbia dato una scossa, allegria e morale all'interno del gruppo. Ora dopo la gara contro la Lazio dobbiamo ripartire dalla prestazione che siamo riusciti ad offrire e giocare sempre così nelle prossime gare".

PLAYMAKER DAVANTI ALLA DIFESA – "Mi sento bene ed era dal 2008 quando ero a Udine che non riuscivo a giocare con questa continuità ed è chiaro che sono molto contento per questo. Sabato il mister mi ha schierato davanti alla difesa e mi sono trovato molto bene. Sono sempre a disposizione del tecnico e pronto a mettere in pratica ciò che mi chiede in allenamento perché le scelte spettano a lui. In un centrocampo a tre per me è indifferente giocare centrale o messo sinistro o destro, anche perché in passato ho giocato in tutte e tre le posizioni".

UN RINGRAZIAMENTO AI TIFOSI – "Voglio ringraziare di cuore i nostri tifosi che sabato nonostante la sconfitta con la Lazio ci hanno comunque applaudito e incoraggiato. Abbiamo parlato dentro lo spogliatoio degli applausi dei nostri sostenitori e ci hanno fatto molto piacere. Spero che questo bel clima possa continuare fino alla fine del campionato perché per noi è fondamentale avere il sostegno e il calore del nostro pubblico. Quella di sabato è la dimostrazione che quando dai tutto in campo i tifosi lo apprezzano".

OSTACOLO PARMA – "Loro sono una squadra tosta e domenica non sarà facile per noi andare a giocare in casa loro, ma noi dobbiamo pensare solo a noi stessi e al nostro obiettivo. Ho visto in televisione diverse gare che il Parma ha giocato in casa ed è chiaro che sono una squadra difficile da affrontare. Giovinco? Se non giocherà sarà un bene per noi viste le sue potenzialità. Non mollano mai come gruppo, ma noi dovremo riproporre la stessa prestazione di sabato scorso perché giocando così i risultati arriveranno. Non so quando, ma sono certo che arriveranno".

CALENDARIO DIFFICILE – "A me non piace fare tabelle e in queste ultime cinque gare prima dalla fine del girone d'andata dobbiamo pensare esclusivamente ad una partita alla volta e ora tutte le nostre attenzioni sono rivolte al match del Tardini. E poi, penseremo alla prossima partita con l'Inter, altrimenti perdiamo la concentrazione se ci mettiamo a pensare a più cose contemporaneamente (sorride, ndr)".

Redazione SS
Nata nell'agosto 2010, vincitrice del premio Campione 2015 come miglior articolo sportivo, realizzato da Lorenzo Falangone, e come miglior testata giornalistica sportiva salentina nella prima edizione del "Gran Premio Giovanissimi del Salento" organizzato dalla redazione della testata on-line giovanissimidelsalento.com.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati