LA PARTITA – Caturano-gol e difesa super, il Lecce sorride. Reggina ko e primo posto riconquistato

caturano michel caputo

Foto: Salvatore Caturano (@Salentosport.net)

Dopo un turno di stop, il Lecce torna a sorridere tra le mura amiche, superando per 1-0 una buona Reggina, mai pericolosa dalle parti di Bleve, ma molto ben messa in campo da Zeman jr. I giallorossi non sono brillanti come al solito, ma non soffrono quasi mai grazie a una difesa-bunker e creano quanto basta per trovare il gol-vittoria, arrivato nel secondo tempo con il solito Caturano. I tre punti consentono all’undici di Padalino di agganciare il Foggia al primo posto, complice il pari dei rossoneri sul campo del Matera nel pomeriggio.

Nel primo tempo il Lecce parte subito all’assalto di una Reggina non troppo timorosa, ma che appare in difficoltà da subito di fronte alla voglia di tenere il mano il pallino del gioco da parte dei giallorossi. Dopo sei minuti padroni di casa a pochi centimetri dal vantaggio con una staffilata di Lepore arrivata dopo lo scarico di Torromino e finita alta di poco. Passano tre minuti e la girata da dentro l’area piccola operata da Caturano coglie la parte alta della traversa, con Sala che appariva comunque pienamente in controllo della situazione. Dopo il buon inizio di marca salentina, gli amaranto prendono le misure agli avversari, autori di un gran possesso palla ma che sbagliano sempre l’ultimo passaggio nei pressi della porta difesa da Sala. Al 29′ i ragazzi di Padalino si rendono però protagonisti di una bella trama offensiva, rifinita da Vitofrancesco e conclusa da Mancosu, il quale svirgola il sinistro al volo disturbato al momento del tiro a botta sicura. Nel minuto di recupero assegnato dall’arbitro, bel cross di Lepore che vede il movimento di Caturano, bravo nel girare ma il cui tocco è debole è viene parato da Sala senza troppi problemi. Sulla conclusione del bomber giallorosso si chiude una prima frazione avara di emozioni, e che ha visto un Lecce meno in palla rispetto alle precedenti uscite.

La ripresa prende il via come meglio non potrebbe per la squadra di Padalino, in gol dopo nemmeno tre giri di lancette: Lepore calcia in porta la punizione procurata da Torromino ma trova la respinta di Sala, sulla quale si avventa come un falco Caturano che mette dentro. Passano due minuti e Lecce ancora a un soffio dal vantaggio con Giosa, che sugli sviluppi di un calcio si trova sul mancino la palla del bis, ma trova la traversa sulla sua strada. All’ottavo minuto travolgente ed insistita proiezione offensiva giallorossa, con Sala costretto a mettere in angolo il tiro-cross di Vitofrancesco. In questo secondo tempo, complice il gol di Caturano che ha cambiato il match ed aperto le strette maglie della retroguardia calabrese, il Lecce sembra un’altra squadra, e al minuto undici un finalmente in partita Torromino lascia sul posto due avversari prima di concludere di poco fuori da buona posizione. Al 27′ straordinario coast to coast di Ciancio, partito dalla difesa e bravissimo in tutto fuorché nell’ultimo passaggio per Vutov, anticipato da Possenti che rischia però di spiazzare il proprio portiere, pronto nel salvare in extremis. Al trentaquattresimo Caturano ad un passo dall’eurogol, quando gira in rovesciata il cross morbido di Doumbia e vede la palla finire alta di un soffio. Al 43′ colossale palla-gol sul mancino di Caturano, servita sul piatto d’argento dall’imbucata di Arrigoni, ma il mancino ad incrociare dell’attaccante è impreciso. Nonostante il tentativo finale di forcing, la Reggina non riesce ad impensierire Bleve, ed il Lecce porta a casa il successo senza soffrire particolarmente.

Nel prossimo turno Lecce in campo domenica alle 16:30 sul campo della Vibonese.

IL TABELLINO DI LECCE-REGGINA

RISULTATI E CLASSIFICA

Articoli Correlati