LECCE – Giallorossi incerottati alla ripresa dei lavori. Tsonev: “L’eurogol? Ho calciato senza pensarci troppo”

Mancosu a parte ma senza gravi danni, esami per Marino, Di Matteo e Costa Ferreira

radoslav tsonev lecce ph caputo

Foto: Radoslav Tsonev (©Salentosport.net)

Dopo i due giorni di riposo successivi all’importante e bel successo in casa del Siracusa, il Lecce è tornato ad allenarsi per dare il via alla missione-Reggina. Quella che è scesa in campo a sgambettare a Martignano è una squadra incerottata, visti i tanti infortunati con cui Liverani deve fare i conti. Non hanno partecipato infatti alla seduta, oltre ai Nazionali lituani Megelaitis e Dubickas, anche Di Matteo, Costa Ferreira e Marino, tutti reduci da problemi fisici e sottoposti ad esami strumentali di cui si saprà meglio domani. Guai scongiurati invece per Marco Mancosu, out sabato scorso e che ha lavorato a parte, sollevato dall’assenza di danni muscolari. Il sardo resta comunque a forte rischio anche per il match con i calabresi. Domani i giallorossi torneranno in cambio per svolgere una doppia sessione di allenamento.

Nel giorno della ripresa dei lavori ha parlato ai giornalisti l’eroe indiscussa della vittoria in terra siciliana, quel Radoslav Tsonev autore di un gol destinato a rimanere negli annali: “Sono contento per il gol, che ho realizzato tirando senza pensarci due volte, e per la vittoria della squadra a Siracusa, così come delle parole di elogio da parte del mister. L’episodio con l’Akragas e le panchine successive mi sono servite da stimolo ulteriore, e quando sabato il mister mi ha detto che avrei giocato titolare ero carico e pronto a dare una mano alla squadra. Ora sotto con la Reggina, che affronteremo con la stessa voglia, fame e concentrazione con cui abbiamo fronteggiato le altre squadre. Dobbiamo guardare in casa nostra e continuare a fare bene, anche perché Catania, Trapani, Siracusa e Matera sono ottime squadre. Rispetto al passato sono migliorato sotto il profilo della lingua, aspetto importante che mi consente di comunicare meglio con il mister, ma anche fisicamente e tatticamente, infatti non è un problema giocare in un ruolo o in un altro. Il mio compito è farmi trovare pronto”.

Alessio AMATO
Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all'albo dei pubblicisti dal 2016, già redattore de Il Giornale di Puglia, Tagpress e, dal 2013, di SalentoSport.net.

Articoli Correlati