LECCE – Due rientri importanti, ma Drudi è ko. Caturano: “Non soffriamo di vertigini”

Ciancio e Lepore riprendono a lavorare regolarmente con il gruppo. Per il centrale romagnolo invece è lesione muscolare: si prevedono due settimane di stop

caturano-coribello

Foto: Salvatore Caturano (©Coribello)

Giornata di lavoro agrodolce in casa Lecce. I giallorossi hanno proseguito il proprio programma di preparazione in vista della gara di sabato con l’Akragas, ma le attenzioni di mister Liverani e del suo staff erano rivolte anche all’infermeria, che nei giorni passati è stata occupata da tre elementi importanti per la retroguardia salentina come Ciancio, Lepore e Drudi. Da un lato c’è stato il sospiro di sollievo per i completi rientri dei primi due (l’ex Cosenza era già in gruppo ieri, per il capitano leccese sabato con la Juve Stabia è stata solo una botta ed è completamente recuperato), dall’altro per il centrale romagnolo gli esami strumentali hanno evidenziato una lesione al bicipite femorale della coscia sinistra. Un grattacapo non di poco conto che lo dovrebbe tenere fuori dai piani tecnici per almeno due settimane.

Prima della sessione di allenamento odierna, ha inoltre parlato bomber Salvatore Caturano, che si è pronunciato sul suo esser tornato a macinare reti e sul momento della squadra: “Credo che i gol realizzati in queste ultime uscite non sono la cosa più importante per me, poiché ho sempre pensato a lavorare e dare una mano alla squadra. Ovviamente sono molto contento per i cinque gol messi a segno nelle tre gare più recenti, sono pur sempre un attaccante, ma quando ti metti a disposizione della squadre le gioie arrivano ugualmente. Mi auguro, da qui a fine stagione, di fare quanti più gol possibile, ma, soprattutto di aiutare i compagni a raggiungere tutti assieme l’obiettivo preposto. Il primo posto? E’ sempre bello stare in alto e dà ulteriori stimoli. Non soffriamo di vertigini e speriamo di continuare così anche in futuro”.

Alessio AMATO

Giornalista, scrittore e imprenditore nel settore dei servizi culturali. Iscritto all’albo dei pubblicisti dal 2016, già redattore de Il Giornale di Puglia, Tagpress e, dal 2013, di SalentoSport.net.

Articoli Correlati