PALLE VAGANTI – Arbitri insensibili, le firme di Tesoro, le profezie di Caressa, gli sbadigli di Nardò e… Ecco le pagellozze della settimana

palle-vaganti

Ecco la quinta puntata della nostra nuova rubrica, “Palle vaganti”. Ossia, una specie di reportage sui fatti più strani che si sono registrati nella settimana appena trascorsa. Protagonista sarà il mondo sportivo salentino, anche in senso esteso. Ma non solo. Tratteremo dei personaggi e degli eventi più “colorati” e “coloriti”, degli aneddoti più divertenti, delle note di cronaca più curiose e interessanti. Il nostro obiettivo non è, assolutamente, denigrare chicchessia, anzi. “Palle vaganti” si propone di essere una rubrica leggera, spiritosa e sdrammatizzante. “Nessuno si senta offeso”, quindi, come diceva il maestro De Gregori ne “La storia siamo noi”. Ah, un’ultima cosa: se avete degli aneddoti da segnalarci che, a vostro avviso, sarebbero meritevoli di essere inseriti nella rubrica, scriveteci a redazione@salentosport.net. Grazie e buona lettura!

***

CLAUDIO PANETTELLA voto 1 – Il protagonismo esasperato è sempre e solo vittima di se stesso. Così accade che durante una partita di calcio, Gallipoli-Manduria, in una giornata di sport, il fischietto barese decida, con inattaccabile (quanto inutile) autorità, di allontanare dal tunnel che conduce agli spogliatoi uno spettatore diversamente abile (tra l’altro Assessore allo Sport del Comune di Gallipoli). Va bene i regolamenti, passi l’essere fiscali, ma egregio signor Panettella, ha mai sentito parlare di buon senso e di civiltà? CARTELLINO ROSSO FUOCO

MASSAFRA voto 2 – La stagione della compagine tarantina è nata sicuramente male, ma sta per andare incontro ad un epilogo da record… ultra negativo! Dopo la sonora scoppola rimediata dal Fragagnano (6 pappine a 0), sono ben 14 consecutive le sconfitte della formazione (inevitabilmente) fanalino di coda. Comprensibili i problemi, la sfortuna può anche darsi che ci veda benissimo, ma mister Romano, proviamoci a non prenderle almeno una volta. Suggerimenti? La B-zona e il modulo “a farfalla”. LONGOBARDA

LE “FIRME” DI ANTONIO TESORO voto 3“Non firmo per un pari…”. Così parlò l’amministratore delegato del Lecce, nell’intervallo della gara, poi persa dai giallorossi, contro il Trapani, mettendo a repentaglio il primo posto. Della serie “chi (non) si accontenta (non) gode”, il dirigente non sarà stato sicuramente contento dell’esito della sua profezia. A volte limitare i danni può essere utile. ACCONTENTATO!

I PALI DI MARASSI voto 4 – Chissà cosa avrebbero detto i legni della porta del “Marassi” di Genova se avessero avuto un’anima. In una serata fredda, piovosa e rabbiosa, hanno dovuto per due volte fare di necessità virtù, viste le tranvate del Pazzo, prima, e di Bovo poi. Al fischio conclusivo del signor Damato si saranno rilassati, pensando… “Che botte ‘sti qua”, e quel, di fantozziana memoria, “…Abbiate pietà!”. CON LE BOMBE SON DOLORI

ANDREA PRESICCE voto 5 – La sua è stata senza dubbio una stagione da incorniciare finora, con 10 gol già realizzati, tanti assist e ancora cinque giornate per migliorarsi. Ma quel rigore spedito fuori contro il Manduria grida vendetta e peserà sul groppone del talentuoso attaccante come almeno due sacchi carichi di cemento. “Non aver paura di tirare un calcio di rigore…” cantava De Gregori, “Perdono, perdono, perdono…” risponderà il buon Andrea. 11 METRI DA INCUBO

JEDA voto 6 – A volte ritornano, anche se con la velocità di un bradipo zoppo. Dopo 189 giorni (ossia sei mesi e rotti) e due rigori sbagliati disseminati per strada, l’attaccante giallorosso ha ritrovato il gusto di esultare per un gol. Anzi, due. Si perdeva nella notte dei tempi l’unica segnatura stagionale del brasiliano (alla Cremonese, il 2 settembre, 1ª di campionato). Poi un rognoso infortunio e il rapporto non proprio idilliaco con Lerda, lo avevano messo ai margini della squadra. Sino a domenica scorsa, con la doppietta al Lumezzane. Bentornato! JE…DAJE!!

GIAMPIERO CAZZELLA voto 7 – Con quello al Leporano sono 19! Sul viale delle 37 primavere il bomber bianconero continua a stupire, trascinando il Leverano a suon di gol, 19 appunto, che gli valgono lo scettro di capocannoniere del girone. Comunque andrà a finire la sua, e quella dei suoi compagni, resterà una grande annata: Giampiero, continua ad illuminare la scena con le tue prodezze, il calcio ha sempre bisogno delle storie belle. LUNGA VITA AL GOLEADOR

LA NOIA DI NARDÒ-FRANCAVILLA IN SINNI voto 8 – Da oggi, oltre alla paura (di non perdere), anche la noia fa 90. Novanta come gli interminabili minuti di Nardò-Francavilla in Sinni, eletta ad honorem come “gara col maggior numero di sbadigli 2013”. Una gara soporifera quasi quanto il TG4. Lodato sia il Borghetti, il mitico liquore al caffè che avrà evitato la catalessi ai tifosi neretini. E menomale che era uno SCONTRO SALVEZzZzZzZzZ…

LE GRANDI PROFEZIE DI FABIO CARESSA voto 9 “La rimonta sul Catania segnerà la svolta positiva per l’Inter!”. Questa la sentenza di Fabio Caressa, ormai un habituée delle nostre pagellozze. Non servirebbe (almeno per i tifosi interisti) specificare che, dopo la vittoria in rimonta alle pendici dell’Etna, i nerazzurri hanno incassato tre pittule calde dal Tottenham e una dal Bologna, quest’ultima consegnata a domicilio da messer Gila. I gatti neri (o nerazzurri) si staranno chiedendo perché tutto il mondo ce l’abbia con loro e nessuno se la prende con il maritino della baby Parodi. UNA CARESSA IN UN PUGNO

CASARANO voto 10 – Il Casarano è una macchina inarrestabile, tanto in campionato quanto in Coppa. Proprio giovedì 7 i rossazzurri hanno alzato al cielo di Francavilla Fontana la Coppa Italia dopo aver superato di misura il Castellaneta. Grande festa in campo e sugli spalti… ma soprattutto negli spogliatoi! Per info, rivolgersi ai distributori di alcolici della provincia e a Longo jr., uscito completamente fradicio dopo una doccia di… birra! Meriterebbero mezzo voto in meno per non averci offerto nulla, ma, per questa volta, soprassediamo. PROSIT!

Redazione SS
Premiata come miglior testata giornalistica salentina nella prima edizione del "Gran Premio Giovanissimi del Salento" di Neviano, organizzato dalla redazione della testata on-line giovanissimidelsalento.com.
http://www.salentosport.net

Articoli Correlati