NARDÒ – Club Fedelissimi intitolato a Sergio Orlando. Lepore: “Era un capitano coraggioso…”

"Vogliamo correre il futuro con la stessa passione con la quale Sergino incalzava da terzino la sua fascia, oggi per Il Club Fedelissimi Nardò è un giorno speciale"

fedelissimi-nardo

Il Club Fedelissimi, storico movimento di appassionati del Toro, pronto all’intitolazione al compianto Sergio Orlando, ex calciatore e dirigente granata, nonché stimato professionista e amministratore cittadino, deceduto nello scorso mese di febbraio. Alle ore 19.30 la celebrazione della Santa Messa presso la chiesa del Carmine, a seguire la cerimonia di intitolazione della sede, il taglio del nastro e il buffet. La nota a firma del presidente del club neretino, Massimo Lepore:

“11 agosto 2017. Non una data qualunque, almeno per il Club Fedelissimi Nardò. Oggi, infatti, avrà luogo la cerimonia di intitolazione del sodalizio a Sergio Orlando, figura cittadina di altissimo livello per qualità e ideali morali, e per i tratti di atleta, sportivo e amministratore con i quali ha rappresentato la comunità neritina. Una decisione naturale e spontanea, avallata dai soci dei quali mi onoro di esserne il massimo rappresentante. Una decisione che traccia il cammino del Club nel corso del suo 25° anno di vita. Un quarto di secolo in cui abbiamo tracciato un solco abbastanza profondo nella considerazione e stima di tutti, con la nostra vitalità, la nostra voglia di fare e assecondare iniziative che esulano anche dal semplice contesto sportivo. Non sto qui a ricordarle, ma abbiamo fatto tanto e tanto altro vogliamo ancora fare, e ne siamo fieri. La stessa fierezza con la quale annuncio questo importante passaggio di intitolazione del sodalizio mai prima d’ora pensato, ma naturale e spontaneo nel momento in cui un uomo, un simbolo come Sergio Orlando non è più tra noi. Un capitano coraggioso, calzettoni abbassati, maglietta a maniche arrotolate, fascia al braccio, e lunghe fughe sulla fascia capelli al vento. Ardito, fieramente neritino. Con lui in campo era come se ognuno di noi giocasse, eravamo tutti titolari. Vogliamo appropriarci di questo uomo-simbolo. Vogliamo farlo nostro e perpetrarlo nel tempo. Vogliamo tenere viva una icona fino a quando le nostre forze reggeranno. Vogliamo correre il futuro con la stessa passione con la quale Sergino incalzava da terzino la sua fascia. Ringrazio tutti soci per questo. Oggi per Il Club Fedelissimi Nardò è un giorno speciale“.

Lorenzo FALANGONE
Nato 26 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati