NARDÒ – Ancora & Patierno, a Ciampino il Toro riscatta la sconfitta dell’andata

Una rete per tempo per i granata: Ancora nel primo, Patierno nel secondo

ciampino-nardò

Come è accaduto più volte nel girone d’andata, il Nardò inaugura il ritorno e l’anno nuovo con un successo in trasferta. Il Ciampino si arrende: lo 0-2 finale matura grazie ai sigilli, uno per tempo, di Ancora e Patierno, due attaccanti giunti in Salento grazie al mercato dicembrino.

Assenze da ambo le parti: il Ciampino deve fare a meno di due pedine importanti del calibro di Carnevali e Citro, la panchina dei locali è interamente composta da under; Foglia Manzillo è obbligato a rinunciare agli acciaccati Davide Petrachi e Corvino, subito titolare l’ultimo arrivato Bertacchi con Prinari e prima dal 1’ per Ancora.

Il Toro, memore del ko di Francavilla in Sinni, aggredisce la partita con determinazione e al 7’ è già in vantaggio: sul destro di Ancora capita un calcio di rigore in movimento, Peri tocca la sfera ma non basta. Non pago, il Nardò continua a premere sull’acceleratore e al 10’ perviene al raddoppio, con il tap-in di testa vincente di Patierno, dopo il tiro dello stesso Ancora, ma l’assistente arbitrale ravvisa una posizione di fuorigioco dell’ex Gravina. È sulla corsia di destra, quella di capitan Palmisano, che i granata costruiscono i loro pericoli: il classe ‘97 Cassetti, ammonito, è in costante difficoltà. Poco prima della mezz’ora, il match si scatena: al 26’ tiro a giro di Fischetti, Bruno Petrachi neutralizza con discreta facilità; pochi istanti più tardi Federici si esibisce in una rovesciata che si perde sul fondo di un paio di metri. Un minuto più tardi conclusione da corta distanza di Damiani, Petrachi congela il risultato. Al 29’ il Toro respira e per poco non raddoppia: Prinari si ritrova in buonissima posizione ma in precaria coordinazione, Cassetti si immola ed evita il peggio. La gara è viva e le occasioni fioccano, a tutto vantaggio dei circa una cinquanta di tifosi (di cui una manciata di impavidi sostenitori granata) presenti allo stadio “Superga”. Al 31’ ci prova Damiani con una conclusione deviata che sorvola la traversa; al 38’ calcio piazzato di Fischetti, Petrachi blocca a terra. Nel finale consueta incursione di Palmisano con cross dalla destra, il recupero di Moisa è provvidenziale; dopo 1’ di recupero si chiude la prima frazione tra le proteste dei locali per un rigore negato per un presunto fallo su Marchetti.

Nella ripresa, l’avvio del Nardò è ancora una volta veemente. All’8’ tiro-cross di Prinari sul quale si avventa Patierno che deposita in rete al volo: 0-2 per i granata. Il Ciampino accusa il colpo e reagisce solo al 24’ e su un calcio piazzato, sventato sulla linea di porta da un ottimo Petrachi. Il Nardò controlla il match e cerca di abbassare i ritmi: la squadra della città aeroportuale fatica a creare pericoli fino al 43’, quando il subentrato D’Avino sfiora il bersaglio grosso. La vittoria non è più in discussione fino al triplice fischio del sig. Catani di Fermo.

Il Nardò riscatta lo 0-2 subito nel girone d’andata e col medesimo risultato inaugura nel migliore dei modi il 2017. Tre passi verso i playoff per i granata, in attesa che si completi una 18esima giornata con ben sei gare rinviate a causa delle condizioni meteorologiche che hanno attanagliato il Meridione. E domenica prossima un’altra romana, l’Anzio, attesa al “Giovanni Paolo II”.

Clicca qui per consultare il tabellino.

Clicca qui per consultare risultati, classifica e prossimo turno.

Lorenzo FALANGONE
Nato 26 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati