NARDÒ – Agodirin: “Segno poco ma i miei gol valgono tanto”. Poi su Cavaliere e Balistreri…

"La mia dedica va ad una signora di Lecce alla quale avevo promesso un gol"

agodirin-kolawole

Foto: K. Agodirin (©SalentoSport.net)

Gol da tre punti per Kolawole Agodirin, che al termine della gara vinta col Gragnano si è detto “veramente contento per la squadra”. “Non sono un calciatore che segna tanti gol – ha aggiunto – però le mie reti portano sempre punti. Ma al di là della marcatura personale, ciò che conta sono i tre punti. La mia dedica va ad una signora di Lecce alla quale avevo promesso un gol”.

Applausi per il suo compagno di reparto, il classe ’99 Cavaliere, che gli ha fornito l’assist vincente: “Appena arrivai a Nardò, lui giocò da titolare la partita col Picerno e gli dissi di avere pazienza. Non conta quante partite si giocano, ma quante se ne giocano bene. Sono contento per lui”.

Chiarimenti sul suo ruolo, Agodirin si trova a suo agio come terminale offensivo del 3-5-2 di Taurino: “Ho fatto la prima punta con Zeman, Stringara e Sanderra: tutti pensano che sono esterno ma io sono una seconda punta. L’anno scorso con Ragno, a Bisceglie, ho giostrato anche da esterno, e i numeri fra gol e assist erano dalla mia parte”.

Infine su Balistreri, che domenica prossima, in occasione della trasferta di Torre del Greco, tornerà a disposizione dopo tre giornate di squalifica: “È un calciatore forte che darà il suo contributo. Non importa chi gioca, l’importante è vincere. Alla lunga ciò che conterà sarà il bene della squadra – conclude Agodirin – poi ci faremo anche un esame di coscienza individuale”. 

Lorenzo FALANGONE
Nato 26 anni fa a Nardò. Dottore in Comunicazione e Giornalista pubblicista. Caporedattore di SalentoSport e reporter per PiazzaSalento. Premio "M. Campione" 2015 come miglior articolo sportivo di Puglia. Autore del libro "Per dirti ciao".

Articoli Correlati