PROMOZIONE – Quanta qualità nella Top 11 di SalentoSport sul girone B

A guidare la formazione ideale della Serie B pugliese non poteva non esserci il condottiero del Fasano, Giuseppe Laterza, che ha conquistato il double campionato-Coppa

top-11-promozione

Con la vittoria dei playoff da parte dell’Aradeo, la stagione 2016/17 di Promozione è passata, ormai, definitivamente, in archivio. Storico double del Fasano, che oltre a essersi laureato campione del Girone B si è anche aggiudicato la Coppa Italia di categoria, in finale contro l’Omnia Bitonto. Retrocessione diretta per Grottaglie e Castellaneta, salvezza miracolosa, attraverso i play out, per il Maglie, che condanna il Manduria alla Prima Categoria.

Schierata con un 3-4-3 molto offensivo, ecco la formazione ideale del campionato 2016/17. In porta spicca l’under Zambetti, mentre Scarcella è il punto fermo dell’attacco. Uggiano e Lizzano, sorprese del campionato, forniscono pedine importanti. La più premiata è il Fasano. Un 3-4-3 che metterebbe i brividi a ogni allenatore, ma che sarebbe il sogno di qualsiasi fanta-allenatore.

E a proposito di allenatori, nessun dubbio per quanto riguarda la panchina: il tecnico scelto per allenare la nostra Top 11 è Giuseppe Laterza. Da quando il Fasano è tornato sui binari giusti (dopo il clamoroso ko interno con l’Uggiano), non ha sbagliato nulla. Ha dimostrato grande duttilità tattica e sapienti capacità di gestione del gruppo.

A difesa dei pali, dunque, Fabio Nicola Zambetti (’98, Fasano): arrivato nel mercato di dicembre dal Mola, ha guidato la difesa meno battuta del girone, su cui mister Laterza ha costruito i più recenti successi.

Davanti a lui un terzetto di esperti difensori. Antonio Anglani (Fasano). Se dalle parti di Zambetti gli avversari sono arrivati con tanta difficoltà, buona parte del merito è della cerniera che Giuseppe Laterza gli ha creato davanti. Il 34enne difensore è stato il grande affare del mercato di riparazione biancazzurro. Giovanni Citto (Tricase): punto di riferimento assoluto della retroguardia rossoblù, la terza meno battuta del torneo, con trentuno centri al passivo. Aggiungiamoci i cinque gol realizzati e sarà semplice capire come sia finito nella nostra top 11. Rudy Previderio (Aradeo): con lui premiamo la difesa dell’Aradeo, seconda con trenta gol subiti. A 34 anni, stagione da incorniciare, per lui e per tutta la squadra.

Muscoli e cervello in mezzo al campo. Facundo Ganci (Salento Football Leverano): nel sistema di gioco della Salento Football Leverano è fondamentale per gli equilibri di tutta la squadra. Pedina-chiave dal rendimento sempre costante. Centrocampista col vizio del gol, come dimostrano le sei segnature. Antonio De Razza (Aradeo): l’Aradeo ha dato dimostrazione di bel calcio grazie alle intuizioni di Gianluca Politi, in campo, però, il suo uomo chiave è stato il trequartista, che noi schieriamo a centrocampo. Per lui anche quattro reti. Gol e assist dalle fasce. A sinistra, Francesco Merico (’98, Uggiano). L’Uggiano dei miracoli, per il secondo anno consecutivo a un passo dai playoff, è frutto di programmazione, costanza di risultati e una serie di scommesse vinte. Una di queste è il terzino classe 1998, che noi schieriamo come esterno di centrocampo. A destra, Giuseppe Pappone (’97, Lizzano): sette gol per lui, senza contare la mole di lavoro sporco. Chilometri macinati sulla fascia. Pistone instancabile.

E davanti un trio delle meraviglie. Quarantasei gol in tre. A destra, Leonardo Serri (Fasano): anche lui arrivato nel mercato di dicembre, ha coronato un’annata eccezionale con nove marcature. Dribbling, assist e gol. Capacità di spaccare le partite in corso come pochi. Impossibile fare a meno di lui. A sinistra, Gianni Mummolo (Mesagne): uno dei pochi a salvarsi nell’avvio disastroso dei brindisini, ha continuato a trascinare la squadra anche nel corso dell’incredibile rimonta. Duttilità tattica e senso del gol. Quindici reti in campionato. Niente male per uno che prima punta non è. Al centro dell’attacco, Salvatore Scarcella (Brindisi). Serve anche la motivazione? Basterebbe far parlare i suoi numeri. Capocannoniere con ventidue gol, praticamente la metà delle reti messe a segno dal Brindisi. Implacabile.

Panchina di tutto rispetto. L’Ostuni è la più rappresentata grazie ai tanti giovani in cima alle classifiche di rendimento. Completano l’organico, il secondo portiere Antonio Quartulli (’98, Ostuni), i difensori Omar Diagnè (Carovigno) e Marco Amato (Fasano), i centrocampisti Alessandro Alessandrì (Uggiano) e Andrea Fonte (’98, Ostuni), gli attaccanti Gianluca Migali (Aradeo) e Luciano Quarta (SF Leverano).

Menzione speciale per l’allenatore rivelazione della stagione, Gianluca Politi, capace di condurre, con il suo acume tattico e le sue doti da trascinatore, la matricola Aradeo alla vittoria dei playoff, per il portiere dei giallorossi, Amleto Antonica, garanzia d’inossidabilità e per il bomber del Fasano, Domenico Longo, il più prolifico tra gli attaccanti biancazzurri.

TOP 11 (3-4-3): Zambetti (’98 Fasano), Citto (Tricase), Merico (’98 Uggiano), Ganci (SF Leverano), Anglani (Fasano), Previderio (Aradeo), Pappone (’97 Lizzano), Antonio De Razza (Aradeo), Scarcella (Brindisi), Mummolo (Mesagne), Serri (Fasano). In panchina: Quartulli (’98 Ostuni), Diagnè (Carovigno), Amato (Fasano), Alessandrì (Uggiano), Fonte (98’ Ostuni), Migali (Aradeo), Quarta (SF Leverano). Allenatore: Laterza (Fasano)

 

Articoli Correlati

  • politi-de-paolis-ph-valentini PROMOZIONE – La Top 11 di Politi: “Reso merito a chi ha lasciato un segno nel torneo”

    Blocco Fasano, in difesa, per Gianluca Politi, che sceglie il 4-3-3 per schierare la sua top 11 sul Girone B di Promozione. “Ho voluto, soprattutto, rendere merito alla miglior difesa del campionato, quella del Fasano piglia tutto e a tutti coloro che hanno lasciato un segno in questo campionato – sottolinea l’allenatore rivelazione della stagione…

  • nobile-toto-ph-di-campi PROMOZIONE – Tanto Fasano nella Top 11 di Totò Nobile: “Hanno vinto meritatamente”

    È composta, per sei undicesimi, da calciatori del Fasano, la top 11 sul Girone B di Promozione di Totò Nobile. L’allenatore del Brindisi sceglie il 4-3-3 per mandare in campo la sua formazione ideale. E spiega. “Il Fasano si è aggiudicato meritatamente il campionato, per organico, programmazione e valori espressi in campo, sia dal punto…

  • greco PROMOZIONE – La Top 11 di Oscar Greco: mediana votata alla fantasia

    Salvezza raggiunta con largo anticipo per Oscar Greco, alla guida del Copertino. Per il tecnico salentino l’ennesimo obiettivo raggiunto in una carriera ricca di soddisfazioni. Mister Greco elabora la sua personalissima Top 11 di Promozione, affidandosi ad un modulo collaudato come il 4-3-1-2: “E’ un modulo con cui mi sono sempre trovato bene e che…

  • laterza-giuseppe-mvp-image PROMOZIONE – Laterza: “Campionato bello ed equilibrato”. Ecco la sua Top 11

    È stato una delle varie soluzioni presenti nel suo ventaglio tattico di questa stagione: il modulo scelto da Giuseppe Laterza per schierare la top 11 di Promozione è il 4-2-3-1. Ma con dei paletti ben precisi. “Potendo scegliere solo tra tre calciatori della mia squadra, ho deciso di non nominarne nessuno, per non fare torto…

  • palmieri-aldo PROMOZIONE – La Top 11 di Palmieri sul girone B: è attacco dei sogni

    Il campionato di Promozione si è concluso con largo anticipo, stante la vittoria anticipata da parte del Fasano. La lotta per raggiungere un posto nei playoff, e per evitare i playout, ha riservato qualche sorpresa, risultando aperta fino all’ultima giornata. Aldo Palmieri, allenatore del Lizzano, stila la sua formazione ideale, rispettando il regolamento degli under ma scegliendo…