PROMOZIONE – Quanta qualità nella Top 11 di SalentoSport sul girone B

A guidare la formazione ideale della Serie B pugliese non poteva non esserci il condottiero del Fasano, Giuseppe Laterza, che ha conquistato il double campionato-Coppa

top-11-promozione

Con la vittoria dei playoff da parte dell’Aradeo, la stagione 2016/17 di Promozione è passata, ormai, definitivamente, in archivio. Storico double del Fasano, che oltre a essersi laureato campione del Girone B si è anche aggiudicato la Coppa Italia di categoria, in finale contro l’Omnia Bitonto. Retrocessione diretta per Grottaglie e Castellaneta, salvezza miracolosa, attraverso i play out, per il Maglie, che condanna il Manduria alla Prima Categoria.

Schierata con un 3-4-3 molto offensivo, ecco la formazione ideale del campionato 2016/17. In porta spicca l’under Zambetti, mentre Scarcella è il punto fermo dell’attacco. Uggiano e Lizzano, sorprese del campionato, forniscono pedine importanti. La più premiata è il Fasano. Un 3-4-3 che metterebbe i brividi a ogni allenatore, ma che sarebbe il sogno di qualsiasi fanta-allenatore.

E a proposito di allenatori, nessun dubbio per quanto riguarda la panchina: il tecnico scelto per allenare la nostra Top 11 è Giuseppe Laterza. Da quando il Fasano è tornato sui binari giusti (dopo il clamoroso ko interno con l’Uggiano), non ha sbagliato nulla. Ha dimostrato grande duttilità tattica e sapienti capacità di gestione del gruppo.

A difesa dei pali, dunque, Fabio Nicola Zambetti (’98, Fasano): arrivato nel mercato di dicembre dal Mola, ha guidato la difesa meno battuta del girone, su cui mister Laterza ha costruito i più recenti successi.

Davanti a lui un terzetto di esperti difensori. Antonio Anglani (Fasano). Se dalle parti di Zambetti gli avversari sono arrivati con tanta difficoltà, buona parte del merito è della cerniera che Giuseppe Laterza gli ha creato davanti. Il 34enne difensore è stato il grande affare del mercato di riparazione biancazzurro. Giovanni Citto (Tricase): punto di riferimento assoluto della retroguardia rossoblù, la terza meno battuta del torneo, con trentuno centri al passivo. Aggiungiamoci i cinque gol realizzati e sarà semplice capire come sia finito nella nostra top 11. Rudy Previderio (Aradeo): con lui premiamo la difesa dell’Aradeo, seconda con trenta gol subiti. A 34 anni, stagione da incorniciare, per lui e per tutta la squadra.

Muscoli e cervello in mezzo al campo. Facundo Ganci (Salento Football Leverano): nel sistema di gioco della Salento Football Leverano è fondamentale per gli equilibri di tutta la squadra. Pedina-chiave dal rendimento sempre costante. Centrocampista col vizio del gol, come dimostrano le sei segnature. Antonio De Razza (Aradeo): l’Aradeo ha dato dimostrazione di bel calcio grazie alle intuizioni di Gianluca Politi, in campo, però, il suo uomo chiave è stato il trequartista, che noi schieriamo a centrocampo. Per lui anche quattro reti. Gol e assist dalle fasce. A sinistra, Francesco Merico (’98, Uggiano). L’Uggiano dei miracoli, per il secondo anno consecutivo a un passo dai playoff, è frutto di programmazione, costanza di risultati e una serie di scommesse vinte. Una di queste è il terzino classe 1998, che noi schieriamo come esterno di centrocampo. A destra, Giuseppe Pappone (’97, Lizzano): sette gol per lui, senza contare la mole di lavoro sporco. Chilometri macinati sulla fascia. Pistone instancabile.

E davanti un trio delle meraviglie. Quarantasei gol in tre. A destra, Leonardo Serri (Fasano): anche lui arrivato nel mercato di dicembre, ha coronato un’annata eccezionale con nove marcature. Dribbling, assist e gol. Capacità di spaccare le partite in corso come pochi. Impossibile fare a meno di lui. A sinistra, Gianni Mummolo (Mesagne): uno dei pochi a salvarsi nell’avvio disastroso dei brindisini, ha continuato a trascinare la squadra anche nel corso dell’incredibile rimonta. Duttilità tattica e senso del gol. Quindici reti in campionato. Niente male per uno che prima punta non è. Al centro dell’attacco, Salvatore Scarcella (Brindisi). Serve anche la motivazione? Basterebbe far parlare i suoi numeri. Capocannoniere con ventidue gol, praticamente la metà delle reti messe a segno dal Brindisi. Implacabile.

Panchina di tutto rispetto. L’Ostuni è la più rappresentata grazie ai tanti giovani in cima alle classifiche di rendimento. Completano l’organico, il secondo portiere Antonio Quartulli (’98, Ostuni), i difensori Omar Diagnè (Carovigno) e Marco Amato (Fasano), i centrocampisti Alessandro Alessandrì (Uggiano) e Andrea Fonte (’98, Ostuni), gli attaccanti Gianluca Migali (Aradeo) e Luciano Quarta (SF Leverano).

Menzione speciale per l’allenatore rivelazione della stagione, Gianluca Politi, capace di condurre, con il suo acume tattico e le sue doti da trascinatore, la matricola Aradeo alla vittoria dei playoff, per il portiere dei giallorossi, Amleto Antonica, garanzia d’inossidabilità e per il bomber del Fasano, Domenico Longo, il più prolifico tra gli attaccanti biancazzurri.

TOP 11 (3-4-3): Zambetti (’98 Fasano), Citto (Tricase), Merico (’98 Uggiano), Ganci (SF Leverano), Anglani (Fasano), Previderio (Aradeo), Pappone (’97 Lizzano), Antonio De Razza (Aradeo), Scarcella (Brindisi), Mummolo (Mesagne), Serri (Fasano). In panchina: Quartulli (’98 Ostuni), Diagnè (Carovigno), Amato (Fasano), Alessandrì (Uggiano), Fonte (98’ Ostuni), Migali (Aradeo), Quarta (SF Leverano). Allenatore: Laterza (Fasano)

 

Articoli Correlati

  • columbo-montecalvo-leucci MAGLIE – Columbo: “Qui c’è storia e tradizione. Reciteremo un ruolo di primo piano”

    Alla prima esperienza salentino, il neo tecnico della Toma Maglie, Angelo Columbo, intende recitare un ruolo da protagonista nel campionato di Promozione: “Fino ad oggi ho diretto team del foggiano e del barese. Ora ho abbracciato di buon grado il progetto che mi è stato proposto dalla Toma. La mia scelta è stata dettata da alcune…

  • quarta-luciano SALENTO FOOTBALL – Quarta alla quarta a Leverano. Paladini: “Stretta di mano per il rinnovo”

    Luciano Quarta sposa, ancora una volta, il progetto della Salento Football Leverano. La conferma arriva dalle parole del presidente Luciano Paladini: “Tra i calciatori in odore di conferma, Quarta è stato uno di quelli che abbiamo incontrato immediatamente. Dopo alcuni pour parler abbiamo trovato l’accordo. Luciano ha accettato di fare parte del nostro organico per la quarta…

  • columbo-montecalvo-leucci MAGLIE – Ufficiale, Columbo nuovo allenatore. Montecalvo: “Idee chiare sul mercato”

    Il nuovo allenatore della Toma Maglie è Angelo Columbo. Il vice presidente giallorosso, Fabio Montecalvo, motiva la decisione di affidare la guida tecnica all’ex Altamura e Bisceglie: “Columbo è stato da subito la mia prima scelta, in quanto lo ritengo un allenatore preparato ed un profondo conoscitore del calcio pugliese, ma anche perché lo stimo come uomo. Lo conosco…

  • barone-marcello BRINDISI – Barone chiude ai biancazzurri: “Mai avuto contatti con la società”

    Il suo nome è stato accostato a più riprese, da diverse testate locali, al Brindisi, come socio facente parte della nuova cordata o come importante sponsor. Non sarà questo, tuttavia, il futuro di Marcello Barone. L’imprenditore caseario, infatti, ha voluto smentire seccamente ogni legame o presunto flirt con il sodalizio biancazzurro. “Non ho mai avuto contatti con la…

  • de-luca-claudio BRINDISI – Contatti con De Luca per la panchina? Il tecnico: “Onorato ma non posso accettare…”

    La nuova proprietà del Brindisi, intenzionata a fare le cose in grande e in ottica di voler percorrere la strada del ripescaggio in Eccellenza, aveva messo gli occhi su un nome importante per la panchina, quello di Claudio De Luca. Un’ipotesi, tuttavia, che difficilmente potrà prendere quota, come spiega lo stesso diretto interessato, raggiunto dai…