PROMOZIONE – Prime volte per Ugento e Salento Football. Maglie, Ostuni e Uggiano solidi: l’analisi

Suda le proverbiali sette camicie il Brindisi di Rufini per aver la meglio su un Talsano tutt'altro che arrendevole. Il Tricase è più forte della crisi societaria e passa di misura sul Sava

salento-football

Perché ricordare la quinta giornata del campionato di Promozione? Innanzitutto per la prima vittoria di Salento Football Leverano e Ugento. Addirittura straripante quella degli uomini di mister Oliva, che sommergono con un tennistico 6-0 il Massafra. Non ha, dunque, sortito lo scossone sperato, in casa Massafra, l’avvicendamento sulla panchina tra Vincenzo Cometa e Antonio Giunta. Ci sarà tanto da lavorare per il neo tecnico giallorosso. Domenica i tarantini riceveranno l’ostico Maglie, seconda difesa del campionato, con quattro reti subite e reduce da un prezioso pari con l’Ostuni. La miglior difesa, invece, è una questione a due tra Uggiano e Mesagne, la cui rete è stata perforata solo tre volte.

Prima volta per l’Ugento, prima volta per la Salento Football, primo sigillo per Natale De Benedictis, al rientro nel calcio pugliese dopo alcune stagioni di assenza. La sua rete e quella di capitan Quarta consentono di sbancare il campo del Copertino e di permettere alla Salento Football di lasciare l’ultimo posto nella classifica dell’attacco meno prolifico, ora appannaggio del Massafra. Che è anche la peggior difesa. Tre le reti segnate e diciassette quelle incassate. E domenica prossima la formazione di Angelo De Benedictis è attesa dalla trasferta di Talsano, contro una squadra più in forma di quanto non certifichino i soli tre punti in classifica.

Per informazioni chiedere al Brindisi, che riesce a ribaltare lo svantaggio iniziale solamente negli ultimi quattro minuti di gara. Sembrano un po’ in affanno i biancazzurri, bisogna ritornare a girare al massimo perché domenica prossima c’è il big match col Mesagne. La prima contro la seconda della classifica, la miglior difesa contro il secondo miglior attacco. Una prova del nove per entrambe. Intanto si è fermata a quattro la striscia di vittorie consecutive della capolista Mesagne, bloccata sullo 0-0 dal Lizzano. Ma sul campo dei rossoblù sarà difficile vincere per chiunque.

Un dato statistico interessante che riguarda la squadra di mister Palmieri è il miglioramento del trend in trasferta: dei nove punti in classifica ben sei provengono da gare esterne. Un bottino che i tarantini vorranno rimpinguare nel match di Ugento della sesta giornata. Insieme a Mesagne, Ostuni e Uggiano, il Lizzano resta ancora imbattuto. Impegno facile, sulla carta, per l’Ostuni, che nel prossimo turno riceverà il Copertino. Un dato curioso riguarda i numeri relativi ad attacco e difesa: l’Ostuni ha segnato undici gol e ne ha subiti cinque, il Copertino ne ha segnati cinque e subiti undici. Impegno casalingo per l’Uggiano, reduce dalla vittoria di Carovigno.

Contro il Tricase, Alessandrì e compagni dovranno migliorare il rendimento interno, perché degli undici punti in classifica solo quattro derivano dagli incontri casalinghi. Dopo la disfatta di Talsano, ha ripreso a correre il Tricase, impostosi di misura sul Sava. Appaiato al Tricase, a quota dieci, troviamo il Racale, che domenica prossima andrà a fare visita proprio al Sava e nell’ultimo turno ha travolto per cinque reti a una il Deghi. Per la squadra di mister Rollo si tratta già della terza sconfitta, proprio come il Carovigno, avversario che affronterà nella sesta giornata.

Articoli Correlati