BRINDISI – Boualam incontentabile: “Possiamo fare di più…”

Il difensore biancazzurro sul suo rendimento: "Fino a questo momento è una stagione abbastanza positiva, ma non sono del tutto soddisfatto perché posso migliorare ancora"

boualam

Foto: H. Boualam

Madrileno di origini marocchine, Boualam Abaout Hamadì è arrivato in Italia nel 2015 per indossare la maglia dell’Hellas Taranto. Dopo di che due campionati col Mesagne e uno con l’Otranto. Oggi il forte difensore classe 1994 è uno dei punti fermi del Brindisi. Una squadra costruita per dettare legge. Una squadra che, dopo un fisiologico periodo di adattamento e qualche difficoltà non preventivabile, adesso sembra aver trovato la quadratura del cerchio. Come certificano i venti punti arrivati nelle ultime otto giornate.

Ma non è ancora il vero Brindisi. Almeno secondo Boualam. “Stiamo lavorando per esserlo. Non ci manca nulla, siamo consapevoli della nostra forza e il mister ci dà la carica giusta, ma possiamo fare di più”. Anche perché dietro l’Ostuni non molla. La distanza tra le due formazioni è di appena un punto. Un testa a testa che sembra essere destinato a monopolizzare da qui alla fine il campionato, anche se il difensore biancazzurro scommette sul rientro di qualche outsider. “Il Tricase è forte e mi ha impressionato molto, anche l’Uggiano è una squadra di categoria e credo che il Mesagne riprenderà presto la sua corsa. Noi dal canto nostro dobbiamo pensare solo a noi stessi”.

La priorità, adesso, è il Copertino. All’andata i brindisini riuscirono a imporsi per 2-0, grazie anche a una rete di Boualam. Un avversario, in teoria, abbordabile.Sulla carta partiamo favoriti, ma alla fine è sempre il campo a parlare. Il Copertino è una squadra rognosa, che all’andata ci ha messo in difficoltà. Mi aspetto una partita dura, difficile. Ce la metteremo tutta. Abbiamo l’obbligo di vincere sempre”.

È un incontentabile il ventiquattrenne calciatore trapiantato a Mesagne, soprattutto quando si tratta di valutare le proprie prestazioni. “Fino a questo momento è una stagione abbastanza positiva, ma non sono del tutto soddisfatto perché posso migliorare ancora. Ringrazio i compagni per tutto l’aiuto che mi danno”.

Articoli Correlati